Nobel Economia 2006

Il premio Nobel per l’Economia 2006 è stato assegnato all’americano Edmund S. Phelps, 73 anni docente alla Columbia University di New York.  Il professore è stato premiato per i suoi studi di politica macroeconomica.  E’ il sesto americano a vincere il premio Nobel quest’anno.

La motivazione del riconoscimento è legata in particolare ai suoi studi sulle relazioni tra politica e macroeconomia.

I lavori di Phelps, ha sottolineato l’accademia svedese, hanno permesso di “approfondire la comprensione delle relazioni degli effetti nel breve e lungo termine della politica economica”. Lo studioso, 73 anni, è docente di Politica economica alla Columbia University di New York. Lo scorso anno il premio era stato vinto dall’americano Thomas Schelling e dall’israelo-americano Robert Aumann.

“Sapevo che avrebbe potuto succedere ma non avevo idea di quando, o se fosse possibile: solo adesso sto iniziando a rendermi conto di avere vinto questo magnifico premio”. Sono state queste le prime parole pronunciate da Edmund Phelps dopo aver ricevuto il prestigioso riconosimento. Il 73enne professore della Columbia University ha presentato una teoria nella quale dimostra come la bassa inflazione esistente oggi porti ad aspettarsi condizioni analoghe anche in futuro, influenzando dunque le strategie di governi e imprese.

“Ho cercato di mettere le persone al centro del mio modello economico, prendendo in considerazione le loro aspettative sul comportamento presente e futuro di altri attori economici”, ha spiegato Phelps in conferenza stampa.

La motivazione diffusa dall’Accademia Reale di Svezia parla di “un approfondimento della nostra comprensione sulle relazioni fra gli effetti nel breve e lungo periodo della politica economica”.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.