Concorso allievi Belle Arti

MOSTRA VINCITORI
I° Concorso Regionale
riservato agli allievi delle Accademie di Belle Arti
 
 
Dal 22 al 29 giugno 2007
Chiostro dei Glicini
INGRESSO LIBERO
 
Orari: tutti i giorni, ore 10.00-19.00
 
La kermesse estiva dell’Umanitaria comincia nel segno dell’arte. Saranno infatti i vincitori della Iª edizione del Concorso Regionale riservato agli allievi delle Accademie di Belle Arti a inaugurare l’Estate nei Chiostri. Oltre alla Borsa di Studio di 2000,00 € cadauna, infatti, i giovani vincitori esporranno le loro opere dal 22 al 29 giugno nel Chiostro dei Glicini. Ma chi sono i giovani artisti scelti dalla GIURIA DEL CONCORSO, formata da Athos Collura, Ornella Piluso, Roberto Pinto, Gabi Scardi? Si chiamano Filippo Berta, 30 anni, dell’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo, Diego Caglioni, 24 anni, dell’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo e Silvia Spinetta, 25 anni, dell’Accademia di Belle Arti di Brera.
E cosa ci troveremo ad ammirare ce lo anticipano proprio i tre vincitori: Filippo Berta (installazioni “Processo e forma”): «Il mio lavoro è un intervento diretto nella realtà e si propone come l’analisi di uno spaccato di essa, inserendolo all’interno di una superficie quadrata definita da una linea rossa. Qualsiasi cosa si trovi all’interno di questo spazio assume una nuova importanza, perché risulta essere parte integrante di un contesto caratterizzato da una situazione di tensione che in precedenza non esisteva». Diego Caglioni (video “Pioggia a catinelle” e “The Show Must Go On”): «Dal punto di vista pratico ho pensato ad un oggetto che fosse contemporaneamente “metafora” del pensiero che volevo esprimere e abbastanza comune per essere fruibile da tutti». Silvia Spinetta (scultura “Barchettando”): «Lo scenario contemporaneo suggerisce la ricerca di nuove rotte e per questo ho tentato di delineare sul mio personale portolano un tracciato, affidandomi ad una piccola e simbolica barchetta. Nel mio lavoro tutto è simbolo, forma ed essenza di un’ansia di ricerca, di spirito critico e liberatorio: non senza le piccole e grandi paure, i possibili naufragi ma anche le scoperte che accompagnano la mia avventura artistica».
 
 
Informazioni:
Società Umanitaria, tel. 02-5796831 – 02-55192966
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.