I Tassi di interesse: cosa sono

Il Tasso di interesse è il metodo di misurazione della remunerazione di un capitale, ottenuta calcolando il rapporto tra il capitale e la somma corrisposta a titolo di interesse in un determinato periodo di tempo.

Si distingue in:
attivo:  che è il tasso applicato dalla banca sui depositi dei propri clienti.
passivo: che è il tasso applicato dalla banca sui finanziamenti erogati ai clienti.
fisso: tasso che non varia nel tempo.
variabile: che è il tasso che varia nel tempo in dipendenza dell’andamento del costo del denaro o di altre variabili sottostanti.

Tasso Ufficiale di Riferimento (T.U.R.)

Tasso che la Banca Centrale di un Paese applica allo sconto di crediti che le banche hanno già scontato alla propria clientela e che non sono ancora scaduti. La variazione del T.U.R. si accompagna in genere con la variazione del costo del denaro erogato dal sistema bancario agli operatori economici e costituisce una precisa indicazione per il mercato finanziario dell’orientamento dell’autorità monetaria circa l’azione restrittiva o espansiva che essa intende esercitare sulla massa monetaria in circolazione nel paese.
Un aumento del T.U.R., infatti, comporta un aumento dei tassi di interesse applicati sui depositi e sui prestiti; ciò ha come ulteriore e diretta conseguenza un aumento dell’ammontare dei depositi bancari e una contrazione della domanda di credito da parte del sistema produttivo.
Dal 1 gennaio 1999 ha sostituito il Tasso ufficiale di sconto.

Tasso Ufficiale sulle anticipazioni

Tasso fissato con decreto del Ministero del Tesoro, su proposta del Governatore della Banca d’Italia, con cui quest’ultima concede finanziamenti alle altre banche sotto forma di anticipazioni in conto corrente su titoli di stato o garantiti dallo Stato.

Tasso Interbancario

Tasso di interesse applicato sui depositi tra le banche. Varia in relazione alla durata del vincolo temporale a cui sono assoggettati i depositi e rappresenta uno dei principali parametri di riferimento per determinare il costo del denaro.


Prime Rate

Tasso di interesse di massimo favore applicato alle banche sulle operazioni di concessione di credito alla migliore clientela


Prime Rate ABI

E’ la media dei Prime Rate rilevato ogni 15 gg tra i principali istituti bancari.

Top Rate

E’ il tasso di interesse più alto applicato dalle banche sulle operazioni di concessione di credito alla clientela considerata più rischiosa. Solitamente è di diversi punti superiore al prime rate.

Tasso di Sconto

Tasso di interesse che la banca applica alla propria clientela per calcolare lo sconto per il periodo di tempo compreso tra il giorno in cui si effettua l’operazione di sconto e la scadenza dei crediti oggetto dell’operazione stessa.

Tasso Ufficiale di Sconto (T.U.S.)

Tasso applicato dalla Banca Centrale sui finanziamenti concessi al sistema bancario.
Dal 1 gennaio 1999 è stato sostituito dal Tasso Ufficiale di Riferimento (T.U.R.)

LIBOR (London Interbank Offerede Rate)

Tasso di interesse a breve termine (3, 6 mesi) sul mercato interbancario di Londra per le principali valute depositate fuori dai paesi di rispettiva emissione (€valute). Rappresenta il tasso “lettera” al quale le banche sono disposte a concedere prestiti.

LIBID

Tasso di interesse a breve termine (3, 6 mesi) sul mercato interbancario di Londra per le principali valute depositate fuori dai paesi di rispettiva emissione (€valute). Rappresenta il tasso “denaro” al quale le banche sono disposte ad accettare prestiti.


RIBOR (Rome Interbank Offered Rate)

Tasso interbancario offerto sulla piazza finanziaria di Roma con cui in Italia, fino al 31/12/1998, si misurava l’andamento dei depositi interbancari. Veniva calcolato come media semplice delle prime 10 migliori quotazioni lettera di importo superiore ai 5 miliardi di £. A partire dal 01/01/1999, con l’adozione dell’€, il tasso di riferimento del mercato monetario è l’Euribor.

EURIBOR

Dal 01/01/1999 è il tasso di riferimento del mercato monetario per l’area €, in sostituzione dei vari tassi nazionali. Rappresenta il tasso praticato nell’area € per le operazioni tra le banche di “prima categoria” (quelle col massimo voto delle agenzie di rating).

Overnight

Tasso interbancario a brevissimo termine che regola depositi posti in essere nel giorno stesso della negoziazione ed estinto il primo giorno lavorativo successivo. Attraverso i depositi overnight le banche tendono a compensare gli sfasamenti di brevissimo termine dei propri flussi di tesoreria che possono provocare temporanei avanzi e disavanzi.

Tasso sui Fed Funds

Tasso di interesse a brevissimo termine, sul mercato statunitense dei fondi federali, in cui si scambiano le riserve in eccesso detenute dalle aziende di credito presso la Riserva federale.

 

I CONTRATTI SUI TASSI


Swap

Serie di scambi finanziari fra due parti contraenti, effettuati con periodicità prestabilita e nel corso di un arco temprale convenuto.



IRS (Interest Rate Swap)

Contratto con cui due controparti si impegnano a scambiarsi i pagamenti di un prestito contratto in precedenza: chi si è indebitato a tasso fisso paga il tasso variabile e viceversa. Il contratto viene stipulato su un capitale nominale di riferimento che rappresenta di solito l’indebitamento sottostante delle due controparti. I motivi di questo tipo di accordo sono riconducibili alle differenti aspettative sui tassi. Chi è indebitato a tasso variabile ma teme un rialzo dei tassi, scambia i suoi flussi di pagamento con chi, al contrario, ha contratto un prestito a tasso fisso ma crede che i tassi scenderanno.



Mid Swap

Contratto swap sui tassi appartenente alla categoria degli IRS; il termine “mid” sta ad indicare che il tasso da prendere in considerazione è calcolato come media tra i valori denaro e lettera.



OIS (Overnight Indexed Swap)

Contratto che prevede lo scambio del flusso netto derivante dalla differenza tra un tasso fisso e uno variabile applicati su un capitale di riferimento. Il tasso fisso è stabilito all’inizio del contratto, quello variabile è determinato alla scadenza ed è pari alla media, con capitalizzazione composta, dei tassi giornalieri overnight rilevati nel periodo di durata del contratto.



FRA (Forward Rate Agreement)

Contratto con il quale due controparti si impegnano a trasferirsi flussi di interesse facenti riferimento ad importi nominali che non vengono scambiati né all’inizio né alla conclusione della transazione. Il regolamento degli interessi dovuti avviene in via differenziale; in pratica una delle parti pagherà (riceverà) la differenza se positiva (negativa), fra un tasso d’interesse predeterminato ed un tasso d’interesse di riferimento definito alla scadenza.

 

I TASSI NEGLI INVESTIMENTI


Tasso Nominale

Riferito alle obbligazioni, indica il tasso di rendimento calcolato sul valore nominale dell'obbligazione. Si trova sempre nella denominazione di un prestito obbligazionario.



Tasso di Rendimento

Risultato economico di un investimento in strumenti finanziari.

Tasso di Rendimento Effettivo

Tasso ottenuto tenendo conto dei flussi di cassa, degli eventuali apprezzamenti (o deprezzamenti) del capitale e del reinvestimento dei flussi di cassa.


Tasso di Rendimento Immediato

Tasso ottenuto dal rapporto tra la cedola e il prezzo di mercato del titolo.

La curva dei rendimenti

E’ la curva che esprime il rendimento delle obbligazioni zero coupon in funzione della durata del titolo.
Questa curva può presentare tre andamenti: inclinazione positiva, negativa, o piatta.
L’inclinazione positiva si verifica quando si hanno bassi rendimenti per i titoli di breve durata e rendimenti maggiori all'aumentare della vita dell'obbligazione: gli investitori domandano un rendimento più elevato per i titoli di maggiore durata come contropartita all'impossibilità di potere usufruire di questa ricchezza immediatamente.
La curva presenta un’inclinazione negativa quando il rendimento dei titoli diminuisce all'aumentare della loro durata. Si parla, in questo caso, di curva dei rendimenti invertita.
In questa situazione il mercato si aspetta un ribasso dei tassi a breve termine, gli investitori acquistano titoli a lunga scadenza, con un incremento dei loro prezzi.
La curva è piatta quando il mercato si aspetta una stabilità dei tassi: il rendimento non varia al variare della durata dell’obbligazione.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964