• Home
  • BAMBINI
  • Istituto Suore Domenicane del SS. Rosario Melegnano

Istituto Suore Domenicane del SS. Rosario Melegnano

Istituto Suore Domenicane del SS. Rosario
Via Piave 12
20077 MELEGNANO (MI)
TEL. 02 98 34 057
FAX 02 98 23 21 28

L'Istituto delle Suore Domenicane del SS Rosario di Melegnano trova la sua origine nel lodigiano e precisamente dalla volontà del parroco di S. Zenone, Don Francesco Fiazza, già professore nel seminario di Lodi, che nel 1828 concepì il disegno di dar vita ad una Congregazione costituita da persone consacrate, che si dedicassero a un servizio educativo rivolto in special modo a quella realtà che era uno dei problemi più urgenti del tempo: la condizione delle fanciulle campestri, specialmente delle più povere.
 
Francesco Fiazza intervenne senza aspettare il governo, ma di propria iniziativa e a sue spese, mettendo a disposizione la casa paterna e il suo patrimonio. Non fu una scelta polemica nei confronti del governo, ma una decisione dettata dall’urgenza dei problemi e, comunque, attuata nel pieno rispetto delle indicazioni relative all’istruzione e all’educazione contenute nei nuovi programmi scolastici elaborati dal Regio Imperial Governo.
 
Egli partiva perciò dall’acuta consapevolezza di una situazione di bisogno sociale che caratterizzava l’ambiente e l’epoca in cui viveva: un diffuso analfabetismo che rendeva difficile la promozione delle popolazioni delle campagne. Da qui l’appello di don Fiazza a un gruppo di giovani disposte a consacrarsi a questa impresa. Egli volle che l’ancora piccolo nucleo di suore fosse aggregato all’Ordine Domenicano e che ne assumesse la spiritualità, affinché essa diventasse l’ossatura della nascente Congregazione legata allo scopo di provvedere all’educazione e all’istruzione della gioventù.
 
La fondazione dell’Istituto di Melegnano è successiva nel tempo di circa 60 anni (1889), ma risponde originariamente alla radice: le suore che si installarono a Melegnano erano le continuatrici di quel primo gruppo di sei giovani che, condividendo l’intento di una forte esperienza religiosa vissuta in comune, erano però, insieme, delle persone qualificate. Fin dall’inizio si era infatti consapevoli che, se si voleva fare opera di educazione in senso pieno e serio, non bastava il buon cuore, ma occorreva anche giocare una qualificazione e una competenza.
 
Nasceva così la comunità educante, ancora oggi viva e operante nel territorio di Melegnano: un nucleo di persone, che si propone come soggetto educativo in qualche modo unitario.
 
La vicenda di don Francesco Fiazza e delle donne che condivisero il suo ideale e da allora in poi si dedicarono con responsabilità personale e comunitaria a questa impresa non è che una testimonianza anticipata del tema “evangelizzazione e promozione umana” del Concilio Vaticano II.
 
Il vero modo per promuovere autenticamente e integralmente la persona umana era ed è, ancora oggi, quello di mettersi dal punto di vista del Vangelo, poiché il Vangelo è Gesù Cristo. E’ lui l’uomo pienamente realizzato secondo il disegno originario di Dio.


L’Istituto delle Suore Domenicane del SS Rosario di Melegnano è composto di tre scuole:
 
la scuola materna “Don Francesco Fiazza”, paritaria D.M.n. 488 del 28/02/01;
la scuola elementare “S. Domenico”, paritaria e parificata;
la scuola media “S. Caterina da Siena”, riconosciuta legalmente con il decreto del 21 giugno 1946 e con la nota ministeriale del 22 maggio 1947 e paritaria D.M.28/02/2001.
 
Le tre scuole, in quanto scuole cattoliche, vogliono essere una presenza missionaria ed educativa nella società attuale: una presenza missionaria perché partecipano con tutta la Chiesa alla formazione globale della persona umana e una presenza educativa perché vivono il loro ruolo specifico all’interno della realtà sociale in cui sono collocate.
 
In particolare le scuole nel vivere il loro ruolo specifico si pongono tre finalità:
1. essere presenti nel contesto sociale del territorio di Melegnano e dei Comuni limitrofi con un progetto educativo fedele ai valori evangelici;
2. impegnarsi nella formazione della coscienza morale delle future generazioni;
3. formulare contenuti ed obiettivi educativi di rilevanza sociale e culturale.
 
In questo impegno le scuole (i responsabili diretti della gestione dell’Istituto e della sua organizzazione culturale e didattica, e gli insegnanti) si sentono strettamente legate alla famiglia, luogo nel quale l’uomo nasce e cresce; luogo della relazione, dell’educazione e della comunicazione di alcuni valori fondamentali quali la libertà, la stima dell’altro, l’accoglienza cordiale, la disponibilità disinteressata, il servizio e la solidarietà.
 
L’Istituto, dunque, si pone e si propone accanto e con le Famiglie come comunità educante, che vive la responsabilità di trasmettere alle nuove generazioni i valori fondamentali, i soli capaci di dare senso alla vita. I bambini e i ragazzi sono, infatti, i protagonisti primari della nostra proposta educativa, che si prefigge di formare uomini e donne liberi, capaci di invenzione, di critica e di ricerca.
 
L’Istituto si propone come comunità educante autonoma pubblica, cioè facente un servizio di formazione per la comunità civile tutta.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.