Natale 2008 all'Oasi delle farfalle

Natale all'Oasi delle farfalle

oasi farfalle milanoLe farfalle si uniscono per un volo di solidarietà.

Natale all’Oasi: in volo con i “bambini farfalla”: è questo il titolo della campagna di sensibilizzazione sull’Epidermolisi Bollosa, la rara e grave malattia genetica che colpisce la pelle e le mucose interne, rendendole fragili appunto come le ali delle farfalle, promossa dall’ assessorato all’Arredo, Decoro Urbano e Verde del Comune di Milano, dall’Associazione Cometa e da Debra Italia Onlus.

L’Oasi delle farfalle, la struttura didattico-scientifica presente a Milano dal giugno scorso presso i Giardini Montanelli di Porta Venezia, accende i riflettori su questa terribile patologia che conta in Italia 850 casi e oltre 500.000 nel mondo, con una raccolta fondi e dedicando uno spazio ad hoc a Debra Italia Onlus, l’Associazione di genitori attiva da anni nel campo dell’assistenza e del sostegno alla ricerca.

Una frizione, un trauma anche minimo possono causare bolle e ferite, spesso le lesioni si formano anche spontaneamente; la guarigione è lenta e necessita di lunghe e dolorose medicazioni quotidiane: questa rara malattia ha iniziato ad essere conosciuta dal pubblico  grazie alla sensibilità e all’impegno di Luna Berlusconi, affetta da una forma molto lieve di EB e recentemente nominata Ambasciatrice dei “Bambini Farfalla”.

“L’Oasi delle farfalle - spiega l’assessore all’Arredo, Decoro Urbano e Verde Maurizio Cadeo – è stata visitata in questi mesi da 50.000 persone, registra ogni giorno numerose visite di scolaresche gestite dall’Associazione Didattica Museale del Museo di Storia Naturale e diventerà presto permanente, con un ampliamento della zona mostre già dalla prossima primavera”.

“Forte del successo di pubblico riscosso dalla struttura - continua Cadeo – il Comune di Milano si fa oggi promotore di una collaborazione che ci auguriamo feconda e duratura con l’Associazione Cometa (già promotrice del progetto dell’Oasi) e con Debra Italia onlus, per realizzare definitivamente un centro di educazione ambientale di livello internazionale e per sensibilizzare gli italiani alla lotta contro una rarissima malattia, denominata dei “Bambini farfalla”. Insieme a Cometa, alla Sovrintendenza per i beni Architettonici e per il Paesaggio e al Museo di Storia Naturale, stiamo studiando il progetto definitivo su cui sta lavorando anche il Politecnico di Milano, per costruire una struttura non solo a bassissimo impatto ambientale, ma anche dimostrativo di nuove fonti di energia rinnovabile”.

“Uno degli obiettivi principali di DEBRA Italia – dice Luna Berlusconi, Ambasciatrice dei “Bambini Farfalla” - è il suo profondo impegno a far conoscere questa rara malattia per favorire, prima di tutto, la piena integrazione sociale dei Bambini Farfalla, a partire dall’inserimento scolastico. “Integrazione come inclusione: “desideriamo combattere contro le difficoltà che nascono da una condizione che è sotto gli occhi di tutti, che attira la curiosità e trasforma la malattia in una “diversità” inaccettabile, umanamente e civilmente”.

 “Sono molto lusingata - dichiara Patricia Kieran, Presidente  dell’Associazione Cometa Divulgazione Scientifica e responsabile del Progetto “Oasi delle farfalle” - di questo matrimonio con Luna Berlusconi, Ambasciatrice dei “Bambini Farfalla; credo infatti che insieme Cometa e Debra Italia Onlus possano  realizzare progetti a tutela del mondo in cui viviamo e dei  suoi protagonisti più sfortunati; la prima a favore di ambiente e animali con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico e soprattutto i più giovani al rispetto e all’amore per la natura, la seconda per le persone più fragili della nostra società”.

***

Per Natale, l’Oasi delle Farfalle si vestirà a festa con un nuovo bellissimo allestimento: con macro foto tropicali lungo tutto il suo perimetro; riscaldata, per garantire le più idonee condizioni climatiche utili per la riproduzione delle diverse specie di lepidotteri e  rinnovata nel suo corredo vegetativo; un restyling dunque, per accogliere nel modo più opportuno i nuovi visitatori.

Una particolare iniziativa è prevista nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 dicembre: in regalo 500 splendide Crisalidi di farfalla italiana autoctone dal nome di Podalirio (Iphiclides Podalirius), ai primi 500 bambini accompagnati in visita all’Oasi.

Infine, una nota artistica: il noto gioielliere milanese Giorgio Grimoldi ha realizzato, in edizione limitata per l’Associazione Cometa, l’orologio “Va Bene Farfalla”, naturalmente con il simbolo della farfalla e con 2 varianti di colore. L’orologio fa parte della sua linea di orologi “VaBene”, ha un design italiano che fonde innovazione e originalità, in bilico tra moda e arte ma con una grande considerazione per l’ambiente. Cometa devolverà parte del ricavato della loro vendita all’associazione Debra Italia Onlus.

A partire da domenica 7 dicembre, l’Oasi delle Farfalle osserverà gli orari natalizi (gli stessi dell’adiacente Villaggio delle Meraviglie): rimarrà aperta tutti i giorni dalle ore 10,00 alle ore 22,00 e nei week end e festivi fino alle ore 24,00.

 

PROGETTO ORMAI CHIUSO.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.