• Home
  • EVENTI
  • Wayne Marshall sul podio per il Requiem di Verdi

Wayne Marshall sul podio per il Requiem di Verdi

Wayne Marshall sul podio per il Requiem di Verdi

Non ha di certo deluso le attese l'appuntamento in Auditorium con la Messa da Requiem di Verdi, con la quale l'orchestra dell'Auditorium (Verdi) la voluto ricordare il Maestro Romano Gandolfi nell'anniversario della sua scomparsa. Gandolfi ha fondato infatti nel 1998 il Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi seguendolo come Direttore con grande passione e dedizione. Il legame tra il Maestro e il Coro non era solo musicale ma soprattutto umano, fatto di amore assoluto verso il fare musica insieme, come traspariva in ogni esibizione da lui diretta.

La Messa da Requiem, composta in memoria di Alessandro Manzoni come meditazione sulla morte densa di pathos e di impressionante forza visionaria, è stata dunque riproposta sotto l'esuberante direzione di Wayne Marshall. La maestosa opera verdiana lo ringrazia per quella preghiera sommessa, sussurrata appena, dell'attacco, per quel Dies Irae che scocca come un fulmine, terrificante. Per l'Agnus Dei, tondo e morbido come una coccola. Per quel Sanctus scarno, linee che si intrecciano per gioco, perdendo peso nella leggerezza.

Punto di forza del Requiem è la presenza, oltre che del direttore, di un quartetto di solisti di rango: Chiara Taigi (soprano) Maria José Montiel (mezzosoprano), Francisco Casanova (tenore) e Giorgio Surian basso). Wayne Marshall è direttore principale ospite dell'orchestra. Nato nel 1961 a Oldham (Inghilterra), è pianista, direttore ma soprattutto organista, titolare dell'organo Marcussen della Bridgewater Hall a Manchester.

Forse il nostro direttore è un po' sacrificato dalla compostezza tutta verdiana dell'opera. In certi momenti sembra voler inculcare all'orchestra e al coro un ritmo preso a prestito da Gershwin o da Piazzolla. Ma la sua direzione è sempre puntuale, addirittura anticipata, previdente. Direttore, solista estroso e improvvisatore inglese di discendenze caraibiche (ben palesate dalla densa carnagione scura) Wayne Marshall conduce l'Orchestra Verdi per mano. Già, l'orchestra. Una nota di merito, la principale forse, va a loro che, ad ogni concerto, sanno accendere gli animi, sanno far brillare gli occhi, sanno arrivare dritti al cuore del pubblico. Un'orchestra affiatatissima, un team versatile, fatto di ragazzi che, tolti gli abiti di scena, dimostrano una passione non comune per il loro "lavoro". Li seguiamo e non ci stanchiamo di farlo perchè meritano il nostro occhio: che non si stanca mai di guardarli.

Per chi vuole, il concerto replica domenica alle 16. Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, Largo Gustav Mahler, tel. 02.83389.401/2/3 (orario biglietteria: dal martedì alla domenica 14.30 - 19.00)
Biglietti: Euro 13,00/33,00/40,00/50,00


Carla Parisi
venerdi' 20 febbraio 2009

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.