I Suoni della Memoria 2010

Lib@lab presenta presso lo spazio pubblico autogestito LEONCAVALLO un evento di due giorni all'ascolto dei suoni della memoria: mostre, teatro, musica e documentari per ricordare che LA MEMORIA E' ANTIFASCISTA.
In occasione della giornata internazionale “in commemorazione delle vittime del nazionalsocialismo (nazismo) e del fascismo, dell'Olocausto e in onore di tutti coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati” (27 gennaio 1945) e nel giorno dell'anniversario dell'omicidio davanti ai cancelli dell'Università Bocconi di Roberto Franceschi, Lib@lab propone alla città un percorso di suoni e visioni, all'ascolto di una memoria collettiva.

Giunto alla quarta edizione “I SUONI DELLA MEMORIA” anche quest'anno riscopre e intreccia alcune delle storie troppo spesso “mutilate” dalla stampa giornalistica e che “non passano” alla Storia.


Per questo, tra il grido e il silenzio, chi non dimentica sceglie la parola e il canto della Shoah si mescola con quello dei desaparecidos, il fischio partigiano al lamento di tutte le vittime innocenti della strategia della tensione, dei proiettili vaganti, delle leggi liberticide e delle aggressioni squadriste.

C'è un filo rosso che unisce le tante morti in tempo di pace.

Queste morti invisibili.

LA MEMORIA E' ANTIFASCISTA!
PROGRAMMA:
Venerdì 22 gennaio 2010

20.00

Anteprima: "Una questione privata"
documentario di Bruno Chiaravalloti. Prodotto con il sostegno dell'Istituto sondriese per la storia della resistenza e dell'età contemporanea e ANPI - sezione calvairate "martiri campo giuriati" - di Milano.

20.30 Cena antifascista

21.30

Presentazione "Il fiore meraviglioso. Percorsi resistenti"
libro che raccoglie i racconti orali e le testimonianze degli ultimi partigiani della “sponda magra” del lago Maggiore, con prefazione di Cesare Bermani , edita dal Circolo Anpi Ispra-Angera in collaborazione con Altre Latitudini, La Torre degli Arabeschi, Suoni Sonori.
Al libro, è allegato un cd di canti della resistenza partigiana realizzato dai Friser.

22.30

Concerto Friser
Resistenza e lotta partigiana diventano musica.

23.30

“OBLOMOV, ovvero un memento fa”:
performance musicale in cui Andrea Labanca, accompagnato da Paolo Ciarchi e Guido Baldoni, riflette sul mondo degli ultimi anni: gente che muore per non aver offerto una sigaretta e campagne antifumo, genocidi accaduti “per caso”, “bombe intelligenti” e altro ancora.
Ritroviamo Oblomov, il protagonista dell'omonimo capolavoro di Gončarov, nelle tracce che compongono l'album "I Pesci ci osservano" di Andrea Labanca, uscito recentemente per l'etichetta Preludio.

 

LA MEMORIA E' ANTIFASCISTA!
PROGRAMMA:
Sabato 23 gennaio 2010


Dalle ore 15.00 alle 21.00 proiezione no stop dei filmati:

“Italiani Brava gente? Viaggio nel cuore di tenebre degli italiani”
Intervista ad Angelo del Boca, storico del colonialismo italiano” a cura degli studenti dell'Itsos Albe Steiner, 2009

“Lotta partigiana”
regia di Paolo Gobetti e Giuseppe Risso. Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, 1999

“Lo stato di eccezione. Processo per Monte Sole 62 anni dopo”
regia di Germano Maccioni, 2007

“12 dicembre”
regia di Giovanni Bonfanti e Pier Paolo Pasolini - collettivo di Lotta Continua, 1972

“I cento passi”
regia di Marco Tullio Giordana, 2000

“Come un uomo sulla terra”
regia di Andrea Segre, Riccardo Biadene e Ymer Dagmawi - Prefazione di Ascanio Celestini, 2009

20.00 Cena antifascista

21.30

“Mai Morti”
Spettacolo teatrale con testo e regia di Renato Sarti, con Renato Sarti
“Per noi della X, la morte ha il sapore di un fiore” dice il gerarca della X Flottiglia Mas nel monologo drammatico che porta in scena gli orrori del dna fascista, intriso di violenza, tortura e sevizie. Portati alla luce i delitti degli anni della Repubblica di Salò, lo spettacolo non si limita alla narrazione del passato, intessendo una lucida panoramica del reducismo golpista che ha ispirato una parte della classe dirigente e dei servizi segreti in Italia.
A dieci anni dal suo debutto Mai morti si rivela - fra ronde, azioni omofobiche, razzismo, revisionismi di vario tipo, caccia al rom e allo straniero - più attuale oggi. Un testo per rammentarci che la parola antifascismo, in un paese come il nostro, ha ancora una profonda ragione di esistere.

23.30

99 Posse e Madddog in concerto


Un ritorno più che gradito quello dei 99 Posse nel panorama musicale italiano.
Dopo lo scioglimento del gruppo avvenuto nel gennaio del 2005 dopo ben 14 anni di attività i 99 Posse ritornano alla grande con un tour dove 99 Posse ” vuole tornare a essere un punto di riferimento per tutti quelli che non si stancano di sognare e lottare per un mondo diverso e migliore”.
In aggiunta al proprio tradizionale repertorio, i 99 presenteranno anche alcuni brani inediti.
Il nucleo della band è quello originale, composto da Luca Zulù Persico (voce), Massimo Jrm Jovine (basso), Marco Messina (machine)
Sacha Ricci (tastiere), Claudio "Klark Kent" Marino (batteria).
Fanno inoltre ingresso Gennaro de Rosa (percussioni ) e Peppe Siracusa, ex chitarrista degli Aretuska.

Lo spazio lib@lab e il laboratorio autliner ospiteranno per i 2 giorni le mostre “12 dicembre 1969 - 12 dicembre 2009” e “Fausto e Jaio 2009 -18 marzo 1978”

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.