Salto Quantico, parte 2

“SALTO QUANTICO”
fine di un ciclo, inizio di una nuova ERA?

PARTE SECONDA
“La visione Profetica delle Antiche Civiltà ”

Dopo aver affrontato il significato “Salto Quantico”, sotto la visione della Fisica Quantistica, andiamo ad affrontare il concetto NUOVA ERA dal punto di vista delle Culture Antiche  e della Geometria Sacra.

LA PRECESSIONE

Col lavoro di due grandi scienziati russi il Dr. S.V. Smelyakov e di Y.Karpenko sul Calendario MAYA abbiamo le “ carte in regola” per provare scientificamente che sta avvenendo un cambiamento energetico fondamentale nell'intero Sistema Solare in questo tempo, promuovendo un legame cruciale tra gli effetti locali sul Sole, la Terra e altri pianeti e gli effetti sulla coscienza dell'umanità.
Da tempi antichi, tutti questi cambiamenti profetizzati sono stati associati con il culmine di un ciclo maestro di 25.920 anni conosciuto come "precessione". Questo ciclo può essere visto nell'attività a lungo termine del Sole, così come nella rotazione della Terra sul proprio asse. Fù dimostrato, anche, come il ciclo del Calendario Maya, di 5.125 anni in lunghezza, sia esattamente un quinto della precessione. John Major Jenkins, nell'Aprile 2002, dimostrò che il 21 Dicembre 2012, la data finale di questo ciclo, l'orientamento "precessionale" di lungo-termine dell'asse terrestre è perfettamente allineato col centro della galassia. La scoperta di Smelyakov è basata sulle sue prime investigazioni del rapporto conosciuto come "PHI" o “Sezione Aurea” e su come unifichi e leghi i seguenti fenomeni:

• tutti i fenomeni fondamentali in biologia (ritmi fisiologici e cellulari)
• eventi ciclici in botanica (cicli vegetativi, ecc)
• cicli in zoologia (conta dei capi di bestiame, il numero di pesci catturati, ecc)
• cicli metereologici del clima

• La fisica dei movimenti del Sole e della Terra
• Il flusso e riflusso delle emozioni umane visibili nelle attività del mercato finanziario (ciclo di Kondratiev ed altri)
• Eventi nella storia come guerre e livelli di popolazione
• Cicli del comportamento criminale
• Terremoti e altri disastri naturali epici
• Cicli di variazione improvvisa del contenuto di radiazione del Carbonio 14 negli anelli degli alberi

Il rapporto PHI ha stabilito anche l' importanza che ha il valore 1.6180339 nella Geometria Sacra. Questo rapporto può essere visto bene nelle relazioni tra le frequenze musicali "Diatoniche" comuni, così come nelle proporzioni naturali della crescita di gruppi di batteri, di vita vegetale, vita animale e del corpo umano. Quando viene raffigurato geometricamente, appare come la classica forma a spirale che spesso vediamo nelle conchiglie sulla spiaggia. Inoltre l'importanza del rapporto PHI è riportata in molte strutture antiche del mondo. Come rapporto, bilancia perfettamente le forze di espansione e di contrazione, cosa dimostrabile geometricamente o matematicamente e la sua connessione con la musica che è una caratteristica fondamentale del comportamento della vibrazione. Il dr. Smelyakov e altri asseriscono che le vibrazioni del PHI si muovono attraverso la “ fabbrica” del tempo e dello Spazio, per le sue innate caratteristiche armoniche. Gli scienziati Russi, hanno determinato che quello che chiamiamo Spazio non è vuoto, ma pieno di un “medium” (mezzo) energetico “che si comporta come liquido per i corpi solidi e come solido per luce e calore” comesuggeriva Nikola Tesla. Molti misteri della scienza, della vita, e soprattutto dell'esistenza di fenomeni “ psichici” (paranormale) possono essere spiegati da modelli basati sull'etere e la suddetta lista dei cicli legati al PHI certamente si aggiunge a questo compito. L'Universo e i suoi misteri, dalla formazione “piatta” alla anomalie della formazione delle Galassie, la struttura e la funzione del nostro Sistema Solare e persino il mondo della fisica quantistica, possono unificarsi tutti insieme in un modello singolo e coerente quando introduciamo questo “medium” che gli antichi Greci chiamavano ETERE. Se facessimo vibrare un fluido, allora vedremmo apparire lunghezze d'onda con una relazione PHI tra loro. Similmente, la relazione PHI può essere osservata nell'Universo, come nei cicli del nostro Sistema Solare.
Sembra che ci muoviamo tra "onde" di energia nella nostra Galassia, in intervalli di tempo basati sul PHI e di cui i Maya erano consapevoli.


IL SINCRONISMO SOLARE-PLANETARIO


Il dr. Smelyakov ha determinato che il nostro intero Sistema Solare opera in un modo unificato e armonico che lui definisce "il Sincronismo Solare-Planetario", (SPS) e i suoi valori sono relativi tra loro per un rapporto PHI. Questo lavoro gli permise di prevedere l'esatta orbita di un ipotetico pianeta "esterno " oltre Plutone di una lunghezza pari a circa 510,9 anni, così come di unificare i movimenti della Fascia di Asteroidi e i vari cicli di attività solare con tutte le altre armoniche (orbite) nel Sistema Solare. Inoltre, come abbiamo detto, è possibile dimostrare che gli stessi cicli influenzano la vita umana e i movimenti dell'andamento economico. Queste connessioni tra i vari cicli celesti e terrestri sono stati scoperti prendendo una unità temporale di base ed espandendola o contraendola per diverse potenze esponenziali del PHI:

• PHI 0 = 1
• PHI1 = 1,6180339
• PHI ^ -1= 0,6180339.

Soprattutto, il dr. Smelyakov chiama le varie potenze di PHI come "Serie Aurea" e assegna a questa serie la lettera F.
Ovvero, F è una progressione geometrica come di seguito:

• F= PHI -2, PHI -1, PHI 0, PHI 1, PHI ^2,...

e questo ciclo si può espandere potenzialmente all'infinito sia in direzione positiva che negativa.
Quindi, per vedere questo Sincronismo Solare-Planetario in azione, iniziamo prendendo un dato ciclo nel nostro Sistema Solare e assegnandolo al centro della serie Aurea come PHI ^0. Facciamo un esempio con un anno terrestre per questo ciclo di base:

• PHI 1 = 1,6180
• PHI ^ 2 = 1,6180 X 1,6180
• PHI ^ 3 = 1,6180 X 1,6180 X 1,6180
• PHI ^ 4 = 1,6180 X 1,6180 X 1,6180 X 1,6180
• PHI ^ 5 = 1,6180 X 1,6180 X 1,6180 X 1,6180 X 1,6180 = 11,089

Facendo così, scopriremmo che PHI ^5 è 11,089, molto vicino al valore stabilito degli 11,07 anni terrestri per il "ciclo di macchie solari". Questo esempio ci mostra che il ciclo di macchie solari standard di 11 anni è quello che Smelyakov chiamerebbe "Quinta armonica - PHI" dell'orbita della Terra. Ovviamente, molte persone non si aspetterebbero alcuna connessione tra questi due cicli, dato che il Sole e i pianeti si suppone siano "separati". Nel nuovo modello, sono molto ben integrati “dall'etere". Questo è uno dei molti esempi che mostrano come il nostro Sistema Solare lavori come un sistema miracolosamente unificato, ma nei modelli fisici ufficiali che escludono l'esistenza di un "etere", questi collegamenti non vengono visti o vengono ignorati. Ora sappiamo che Il dr. Smelyakov spiega che la maggioranza della "Armoniche - PHI" che si possono trovare nel Sistema Solare, sono basate sia sull'orbita della Terra di 1 anno che sul ciclo di macchie solari di 11.07 anni. Ognuno di questi cicli può essere usato come punto centrale sul quale calcolare le armoniche del PHI. Facendo questo, Smelyakov dice che prendendo varie potenze del PHI o varie potenze di 2 X PHI da questi "semi" di cicli temporali, otteniamo "i periodi più conosciuti nella Natura e nella società, dalla biologia alla geologia, inclusi i cicli economici." La grandiosa scoperta del dr. Smelyakov è che il ciclo del Calendario Maya è stato scoperto con un processo simile al suddetto, dove un dato ciclo temporale con una dato momento di partenza viene diviso in "una sequenza di intervalli in esso che hanno una durata decrescente (secondo PHI)". E' importante ricordare che l'intero ciclo diminuisce fino ad un momento finale, alla fine del ciclo. Benché la serie F basata sul "PHI" possa teoricamente estendersi infinitamente in ogni direzione, quando avete a che fare con una serie che decresce esponenzialmente in durata, il ciclo converge in un punto finale, semplicemente rappresentando intervalli di tempo sempre più piccoli.
Sarebbe lo stesso di un punto centrale della spirale in una conchiglia che implode nella sua curva, teoricamente all'infinito, non potreste definire chiaramente dove si trovi la fine della spirale.
Smelyakov quindi ha applicato la "serie Aurea" F al ciclo del Calendario Maya. Facendolo, questo punto finale convergente all'infinito si raccoglie sulla data del 21 Dicembre 2012.
Vediamo che questo ciclo "PHI" implosivo ha chiari effetti sugli oggetti celesti nello spazio interplanetario e sul comportamento delle forme di vita nel tempo, questo può spiegare perché i Maya affermarono che "il tempo collassa" alla fine del loro Calendario. Queste connessioni sono state suggerite precedentemente ed esplorate intuitivamente da Terence McKenna nel modello "Timewave Zero", ma ci sono ancora controversie sulla scientificità delle sue scoperte.
Con l'aggiunta del Dr.Smelyakov, ogni mistero rimanente viene chiarito in un modello più verificabile che supporta la premessa di base di un "ciclo implosivo" centrato attorno al 2012 – 2013. Come abbiamo detto, tipicamente il dr. Smelyakov prenderebbe il valore dell'orbita terrestre di un anno o il valore del ciclo di macchie solari di 11.07 anni e lo metterebbe nel centro della serie Aurea (PHI ^ 0) per localizzare gli altri cicli. Col Calendario Maya è stato fatto lo stesso processo, eccetto che la lunghezza totale del Calendario Maya di 5.125,3661 anni è stata usata come unità di tempo centrale per la Serie Aurea e sono state calcolate le varie "armoniche" di PHI, in numero di anni.


“... l' ultimo ciclo che stiamo vivendo...”


Abbiamo appurato quindi come il ciclo del calendario Maya di 5.125 anni di lunghezza circa,( quello attualmente giunto alla fine) sia un quinto esatto della Precessione (25.920 anni). Ora prendiamo la data comunemente accettata del 6-13 Agosto 3113 A.C. come inizio di questo ciclo. Il dr. Smelyakov, scoprì che da quando cominciò (3313 A.C.), ci furono "improvvisi cambiamenti mondiali" in ogni punto del ciclo determinato da questo sistema. Le categorie principali di questi cambiamenti furono :

• Cataclismi naturali globali (sulla Terra) e fenomeni nello Spazio (supernova di stelle vicine nella nostra Galassia);
• La venuta di Grandi Maestri per l'umanità, così come di grandi filosofi e scienziati;
• L'origine di calendari (sistemi di misurazione del Tempo-Spazio);
• Andamenti demografici (specificati dalla popolazione della Cina come indicatore della tendenza mondiale);
• La formazione e l'interazione di sistemi religiosi/filosofici e di Stati.

Possiamo vedere in particolare che abbiamo una combinazione di cambiamenti cataclismici con effetti sulla popolazione e nella qualità della coscienza spirituale dell'umanità come vediamo nella venuta di grandi maestri, filosofi e scienziati, così come nella formazione e interazione di nuovi sistemi religiosi e filosofici. Quindi, quando un ciclo che ha connessioni dimostrabili con la coscienza spirituale viene visto convergere nel nostro vicino futuro in un "Punto Omega" di grande intensità energetica, abbiamo importanti evidenze per cui questo momento corrisponda ad un grande cambiamento della coscienza dell'umanità. Questo sembrerebbe l'avverarsi di varie profezie sull'Ascensione che troviamo in molte tradizioni spirituali, anche nel Cristianesimo. Lo studio del gruppo del Dr.Smelyakov mostra che il Calendario Maya, quando propriamente compreso, non viene visto come ciclo lineare di tempo, ma come punto focale per un ciclo esponenzialmente "implosivo" di tempo, basato sul PHI.
Basandoci su questa ricerca, ci accorgiamo che questo ciclo delinei il nostro movimento attraverso aree progressivamente di maggior vibrazione eterica nella Galassia. Ogni volta che ci muoviamo in un nuovo strato dove la vibrazione “dell'energia di punto zero" nello spazio aumenta, abbiamo diretti effetti fisici. Questo ciclo ha direttamente causato le ultime tre inversioni geomagnetiche sulla Terra, una notevole successione di potenti terremoti ed esplosioni di "supernove" nelle aree vicine della nostra Galassia. Quasi ogni insegnamento religioso nel mondo si è originato durante uno di questi punti ciclici, incluso quello di Krishna, Vyasa, Zoroastro, Gautama Buddha, Fu-Si, Lao-tzu, Confucio, Pitagora, Platone e il Cristianesimo. Praticamente tutte le antiche civiltà conosciute hanno creato calendari in questi periodi, includendo Cina, India, Iran, Babilonia, Egitto, quella Maya ecc.. E' notevole che i Maya siano stati in grado di codificare questo ciclo così chiaramente nel loro Calendario, con le connessioni al fenomeno lineare della Precessione e con un fenomeno esponenziale basato sul "PHI", che ha tali effetti energetici sia sul piano materiale che nell'arena della coscienza. E' ancora più notevole che questo ciclo avanzi con un aumento di intensità fino a quando la posizione Precessionale della Terra si trova in allineamento col centro della nostra Galassia. Combinando gli effetti dei cambiamenti geo-cosmici con il fiorire dell'umanità nel senso spirituale e culturale, vediamo che il ciclo continua ad accelerare esponenzialmente la sua frequenza di vibrazione energetica fino alla "singolarità" del 2012-2013, e di conseguenza possiamo aspettarci un aumento rapido nella consapevolezza dell'umanità, che porta a discontinui megaeventi dove il "tempo e lo spazio collassano". Credo comunque che non dobbiamo avere timore, perché ci stiamo muovendo letteralmente in uno spostamento delle caratteristiche di base della materia, dell'energia e della coscienza.
Nel testo "A Scientific Blueprint for Ascension", viene anche dimostrato la connessione tra questi cambiamenti energetici e l'evoluzione della vita sulla Terra. Il lavoro del Dr.Vladimir Poponin, del Dr.Glen Rein e di altri, mostra che il DNA è realmente un "effetto di campo" energetico che appare come caratteristica innata delle "vibrazioni" dello spazio-tempo attorno a noi. Con questi cambiamenti energetici esterni, abbiamo anche cambiamenti nella vita, con l'aumento di questa energia raggiungeremo un limite che trasformerà letteralmente la materia in un dimensione o "densità" energetica superiore, rendendola invisibile a quelli della nostra "terza densità" o dimensione. Benché sembri incredibile, sappiamo di importanti casi di sparizione e/o invisibilità di umani o di effetti anomali sulla materia in presenza di campi energetici di alta intensità. Questi includono effetti di "vortici" come quelli documentati nei Triangoli delle Bermuda, così come nelle meno conosciute anomalie causate dai tornado. Dalle ricerche, sembra che gli Antichi conoscessero la venuta di questo tempo e vi si riferissero come Alba di una Era Dorata per l'umanità, come mai abbiamo immaginato (il ritorno della visione di Esidio dell'Età dell'Oro). Tutti noi abbiamo l'opportunità di sperimentare una iniziazione collettiva, come direbbe Gregg Braden, in cui dobbiamo scegliere di muoverci fuori dalla paura e nella fiducia sulle profezie che ci sono state fornite. Queste profezie includono le parole di Gesù di Nazareth, che ha detto: "Come io faccio queste cose, così faranno loro e cose ancora più grandi..." (Giovanni 14:12)

Claudio Fisica Quantistica e Metafisica

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.