Teatro Verga, stagione 2012

La stagione 2011/2012 del Teatro Verga è un viaggio: un viaggio alla scoperta del teatro, un viaggio attraverso il tempo e lo spazio.  sala teatroverga

Ci sono classici antichi e moderni, sperimentazione e risate, nella nuova stagione di un teatro come sempre fatto di entusiasmo, di territorio, di talento, di qualità.  E poi rassegne storiche e prestigiose: come Terre Lontane, a cura di Roberto Cossu, e soprattutto il festival Follemente, che anche quest’anno ci dà il benvenuto nel mondo del reale, per affrontare sulla scena, ma anche grazie ai contributi di esperti, scienziati, medici e giornalisti, argomenti difficili e importanti come quelli del disagio psichico: il 27 ottobre si parla, come sempre con contributi prestigiosi, di sesso e pudore nell’era di internet.

Il viaggio alla scoperta del teatro è anche una storia, e il Teatro Verga vuole raccontarla. Questa storia comincia lontano nel tempo, con il teatro classico: per ricordarci quanto lontano è nata la magia del teatro, per stupirci di quanto ci è ancora vicina.

La rassegna del dramma antico, che da anni porta migliaia di ragazzi di tutte le età a teatro, quest’anno presenta quattro commedie. Casina e Miles Gloriosus, due romantiche commedie degli equivoci e degli errori di Plauto, riscoprono la loro attualità anche grazie alle regie innovative di Claudio Marconi, per l’Università degli Studi di Milano, e di Fabio Banfo. Le Nuvole e Le Rane di Aristofane (con la regia rispettivamente di  Luigi Guaineri e Omar Nedjari), invece, fanno una satira spietata ed irresistibile sulla filosofia e sul teatro che si prendono troppo sul serio. C’è un solo dramma, Le Baccanti di Euripide, che la regia di Filippo Usellini traduce – senza tradire – per metterne in evidenza la contemporaneità,  l’urgenza e la ricchezza.

Ma classico non vuol dire per forza antico. I classici di ogni tempo, infatti, sono tali perché sembrano parlare ad ogni tempo e a tutti gli uomini: così i personaggi della tragedia contemporanea dell’ex Jugoslavia sono moderni Ulisse e Penelope, in Odissea1 – il Ritorno, secondo gli Eccentrici Dadarò e attraverso le fotografie di Ziyah Gafic. Come Home Sweet Home, di Stefano Cenci, si  ispira all’Eneide di Virgilio.

Ci sono classici moderni, autorevoli e fondamentali come Il Gabbiano di Cechov, ma anche mondani e raffinati come L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde. Ci sono anche classici contemporanei, che hanno fatto la storia del Novecento.  Tra queste, il Teatro Verga ha scelto l’opera del premio Nobel Harold Pinter, un atto unico capolavoro di tensione, di inquietudine, di interrogativi irrisolti, Il Calapranzi, con l’impeccabile regia di Maurizio Salvalalio. Ed il teatro di Brecht, Terrore e miseria del Terzo Reich, impietoso spaccato della violenza ma anche del conformismo durante il regime nazista.

Ci sono classici del teatro popolare, come Pulcinella suggeritore melodrammatico, di Mario Ercole.

E ci sono classici del cinema che non stonano affatto sul palcoscenico: l’esperimento è di Riccardo Sharf, che invita a teatro Frankenstein Junior.

Il viaggio continua, e la storia va avanti: arriva al presente, e affronta temi e problemi contemporanei: come la tragedia di Vermicino, la prima seguita in diretta tv: Ti odio Italia! Grido d’amore per un paese che muore, di e con Fabio Banfo. Come il dramma invisibile, o quasi, dell’anoressia, in Se mi guardi esisto, di Volchitza Cabrini, che esplora il disagio e la complessità dell’anoressia.

Ma per fortuna riflettendo sul presente si può anche sorridere, come in Il nostro amore schifo, di Roberto Tarasco e dei Maniaci d’Amore. O ridere, grazie a Beruschi , che rilegge e commenta la grande opera, in  Rigoletto e ne Il barbiere di Siviglia, e a Maurizio Garuti, che racconta a Garibaldi che ne è della sua Italia, in Se Garibaldi scende da Cavallo.

 

Il Teatro Verga, stagione 2011/2012: un viaggio nel tempo, nello spazio, nella fantasia. Dietro al sipario.

Stagione 2011/ 2012

• OTTOBRE

4 Ottobre
Rassegna Terre Lontane
Etiopia e Sudan: Una linea rosso sangue
di Roberto Cossu
ingresso gratuito

Dal 20 al 22 Ottobre
Il Calapranzi di Harold Pinter
per la regia di Maurizio Salvalalio, attore, insegnante e regista di Quelli di Grock

27 Ottobre
Festival Follemente
Tre giornate di incontri sul mondo del reale

 

• NOVEMBRE


3-4-5-6 Novembre
Il gabbiano di Anton Cecov
regia Fabio Banfo
con Valeria Galli, Katarzyna Pelka, Serena Piazza, Simona Viganò, Roberto Bovo, Edoardo Confuorto, Claudio Cozzoli, Mimmo Rossi, Gianmarco Pellecchia, Francesco Stocco


10-11-12-13 Novembre
Odissea.1- Il ritorno
Compagnia Gli Eccentrici Dadarò
di Visconti, Rapisarda, Arena
regia Fabrizio Visconti
con Rossella Rapisarda e Salvatore Arena

16-17-18-19 Novembre
Rassegna del dramma antico Casina 
Compagnia Teatrale dell’Università degli Studi di Milano
di  Tito Maccio Plauto
regia Claudio Marconi
adattamento Sergio Longo
con Laura Pepe, Sergio Longo, Patrizia Aiazza, Sergio Lomazzi, Vincenzo Maria, Tullio Terenzi, Vanna del Nero, Maria Pizzo


24-25-26-27 Novembre
Beruschi


• DICEMBRE

1-2-3-4 Dicembre
L’importanza di chiamarsi Ernesto 
Babele Teatro
di Oscar Wilde
regia Riccardo Scharf
con Massimo Cobelli, Laura Fasoli, Gianni Sala, Erica Nagel, Federica Corradi, Marcello Poletti, Renato Amici, Angelo Luca Uggeri

31 Dicembre 
Evento Capodanno
Frankenstein Junior
di Mary Shelley
regia Riccardo Scharf
con Marcello Poletti, Gianni sala, Laura fasoli, Erica Nagel, Massimo Cobelli, Alberto Beccio, Renato Amici, Angelo Luca Uggeri

• GENNAIO

12-13-14-15 Gennaio
Frankenstein Junior
di Mary Shelley
regia Riccardo Scharf
con Marcello Poletti, Gianni sala, Laura fasoli, Erica Nagel, Massimo Cobelli, Alberto Beccio, Renato Amici, Angelo Luca Uggeri

19-20-21-22 Gennaio
Giorno d’estate   
di Slawomir Mrozek
regia Claudio Marconi
con Gabriele Finzi, Martino Iacchetti, Simona Lisco

26-27-28 Gennaio
Terrore e miseria del terzo Reich
di Bertold Brecht
regia Filippo Usellini


• FEBBRAIO

2-3-4-5 Febbraio
Premiata pasticceria bellavista 
di  Vincenzo Salemme
regia Alessandro Testa Fiore
con Antonio Ferillo, Luigi Ariotta, Marco Priora, Carla Carera, Katia Azzola, Francesco Bari, Maria Teresa Legrottaglie, Greta Valeria Ottoboni

8-9-10-11 e 15-16-17-18 Febbraio
Rassegna del dramma antico
Miles gloriosus
di Plauto
regia Fabio Banfo


23-24-25-26 Febbraio
Pulcinella
 


• MARZO


1-2-3-4 Marzo
Lenny Bruce
di Julian Barry
scritto, diretto e interpretato da Fabio Banfo

8-9-10-11 Marzo 
W Buzzati
Scritto, diretto ed interpretato da Filippo Usellini ed Erica Barel


22-23-24-25 Marzo
Home sweet home
Liberamente tratto dall’Eneide di Virgilio
regia Stefano Cenci
con Carlotta Calzolari, Andrea Cenci, Sabrina D’amora, Simona Gullà, Stefania Iorfida, Francesca Magnani, Simona Ori, Laura Pagano , Milena Pagano, Gianni Palmieri, Riccardo Soffritti, Chiara Ticini, Fabio Fasulo e Raffaele Andreozzi

28-29-30-31 Marzo
Rassegna del dramma antico
Le baccanti
di Euripide
regia Filippo Usellini

• APRILE


12-13-14-15 Aprile
Il nostro amore schifo
di e con Luciana Maniaci e Francesco D’Amore
regia Roberto Tarasco

18-19-20-21 Aprile 
Rassegna del dramma antico
Le nuvole
di Aristofane
regia Luigi Guaineri
con Daniele Zighetti, Gian Marco Pellecchia, Giorgio Nocerino, Maria Concetta Gravagno


25-26-27-28-29 Aprile  
Se Garibaldi scende da cavallo
di Maurizio Garuti
regia Silvio Peroni
con Vito

• MAGGIO


3-4-5-6 Maggio
L’Italia in fondo ad un pozzo
scritto, diretto e interpretato da Fabio Banfo


13-11-12-13 Maggio
Se mi guardi esisto
di Volchitza Cabrini
regia Volchitza Cabrini
con Laura Formenti, Irina Lorandi, Luz Beatriz Lattanzi, Sara Nomellini

16-17-18-19 Maggio
Rassegna del dramma antico 


Rassegna Terre Lontane
Tenuta da Roberto Cossu
(Il programma è in fase di definizione)
4 ottobre
28 febbraio
20 marzo
24 aprile
Ingresso gratuito


Teatro Ragazzi
3 Dicembre, ore 16.00
La regina delle ciabatte
10 dicembre, ore 16.00

17 dicembre, ore 16.00
Pierino e il lupo

Vai alla sezione dei Teatri a Milano

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI