I 3 giorni del Papa a Milano

Papa a Milano 2012Papa Benedetto XVI sarà presente a Milano tre giorni, da venerdì 1 a domenica 3 giugno 2012, in occasione del VII Incontro mondiale delle famiglie.

L’ha annunciato l’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola nella conferenza stampa di presentazione della visita del Pontefice a Milano, a cui hanno partecipato anche il Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, cardinale Ennio Antonelli, il Presidente della Fondazione Milano Famiglie 2012, mons. Erminio De Scalzi e il Segretario del Pontificio Consiglio per la Famiglia, mons. Jean Laffitte.

Un «dono fatto alla città di Milano 27 anni dopo la visita di Giovanni Paolo II», lo ha definito il cardinale Scola, e anche «una cosa particolarmente straordinaria» alla luce del fatto che tutti gli altri viaggi finora compiuti da Benedetto XVI in Italia non si sono mai protratti per più di un giorno: una decisione dovuta al «carattere internazionale dell' incontro», ha precisato l' arcivescovo, ma anche «al suo desiderio di incontrare Milano».
Saranno tre giorni straordinariamente fitti di impegni in cui il Papa ci indicherà qual è la “mission” di una città come Milano, alla luce dei temi dell’Incontro mondiale: la famiglia, il lavoro e la festa.

Piazza Duomo, Teatro Alla ScalaStadio di San Siro : Queste sono le tappe che effettuerà Benedetto XVI a Milano.
ll Santo Padre arriverà  venerdì alle 17,00 all’aeroporto di Milano-Linate, mezz’ora dopo andrà in piazza Duomo dove terrà un discorso alla cittadinanza; La sera stessa avrà modo di assistere a un concerto al teatro La Scala diretto dal maestro Daniel Barenboim.

Nella mattinata di sabato 2 giugno, alle ore 10,00, il Papa presiederà la celebrazione delle lodi in Duomo alla presenza dei sacerdoti, dei religiosi e delle religiose della diocesi, mentre alle 11,00 prenderà parte a una tradizione tutta ambrosiana che si ripete da anni: l’incontro dei cresimandi allo stadio di San Siro con l’arcivescovo, che di solito vede la presenza di 50 mila persone, tra ragazzi e educatori.
 Questa volta i cresimandi incontreranno oltre all’arcivescovo anche il Santo Padre. «Una coincidenza bellissima – ha commentato Scola – che è segno di grande speranza per la nostra diocesi».

Alle 20,30 a Bresso, luogo di ritrovo principale per l’evento, il pontefice incontrerà le famiglie riunite alla festa delle testimonianze.
L’appuntamento clou, però, è in calendario la mattina successiva, domenica, quando celebrerà la Santa Messa all’Aeroporto di Bresso e reciterà l’Angelus.

Per la Festa delle testimonianze del 2 giugno, al Parco Nord di Bresso, sono attese 300 mila persone, un milione invece per la Messa del 3 giugno.

Per evitare di intasare i mezzi pubblici, tra i quali la prima tratta della M5 che sarà inaugurata per l'occasione, 50mila persone saranno ospitate distanti non più di 30 minuti a piedi da Bresso.
Per l'accoglienza per ora si sono fatti avanti 2.600 volontari.
«Le iniziative in programma sono tante: le catechesi sono state tradotte in undici lingue, dallo spagnolo al portoghese, passando per l’arabo, il polacco e il russo – ha detto il presidente del Pontificio consiglio per la famiglia, cardinale Ennio Antonelli –. Per facilitare l’arrivo delle famiglie dai Paesi poveri del mondo è stato attivata una raccolta fondi»

C’è tempo fino al 31 marzo per dare la propria disponibilità ad accogliere una famiglia.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.