• Home
  • ARTE
  • Robert Mapplethorpe al Forma di Milano

Robert Mapplethorpe al Forma di Milano

mapplethorpeRobert Mapplethorpe, al Forma di Milano la retrospettiva del controverso artista

Per chi non l’avesse già fatto c’è ancora tempo fino al prossimo 9 aprile per visitare la mostra dedicata alle opere di Robert Mapplethorpe e avere così la possibilità di conoscere e ammirare la produzione di uno dei fotografi più apprezzati e controversi degli ultimi decenni.

La retrospettiva dedicata al grande fotografo americano, allestita negli spazi della Fondazione Forma per la Fotografia, è stata inaugurata lo scorso 2 dicembre. Le foto dell’artista ritornano in Italia dopo la mostra che si tenne a Firenze nel 2009 alla Galleria dell'accademia di Firenze. Oggi per la prima volta la città di Milano ospita una mostra personale che ripercorre la carriera di uno degli artisti più influenti del Novecento. Attivo a New York tra gli anni ’70 e ’80, Mapplethorpe si distingue per la ricerca costante della perfezione formale. Le sue opere si distinguono per la loro armonia, l’essenzialità e la cura rigorosa dei dettagli.
L’esposizione a Milano raccoglie ben 178 opere provenienti dalla Robert Mapplethorpe Foundation di New York. La mostra è divisa in sette sezioni e punta a rappresentare i momenti più importanti della carriera dell’artista newyorkese ,dalle prime polaroid risalenti agli anni ’70 fino ai controversi e affascinanti nudi maschili. Tra le opere esposte figurano anche gli autoritratti, alcuni scanzonati e altri invece volutamente provocatori, le nature morte, la serie dedicata a Lisa Lyon (prima campionessa del mondo di bodybuilding) e infine i teneri ritratti dei bambini.

Il fotografo ha saputo mescolare sapientemente poesia ed erotismo e spesso le sue opere sono state oggetto di censure proprio perché giudicate oscene e indecenti. L’esplicita natura erotica ed omosessuale di molti dei suoi lavori infatti scandalizzò molte organizzazioni conservatrici e religiose che si opposero a finanziamenti pubblici dei suoi lavori e delle loro esposizioni.
La mostra espone anche una serie di ritratti di personaggi celebri come Andy e Deborah Harry; tra tutti spiccano le immagini di Patty Smith conosciuta nel 1967. La cantautrice sarà  musa e modella prediletta del fotografo che con lei visse per sette anni prima di scoprire la propria omosessualità. Tra i due però rimase una solida amicizia che durò fino alla morte di Mapplethorpe nel 1989.  
La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Contrasto ed è bene ricordare che nei giorni di giovedì e venerdì l’orario di apertura al pubblico è dalle 10 alle 22.

Robert Mapplethorpe
Dal 02/12/2011 al 09/04/2012
Fondazione Forma per la Fotografia, Piazza Tito Lucrezio Caro, 1 (Zona Ticinese), 20136 Milano
Info: 02.5811.8067 - 02.8907.5419
Orario di apertura: da martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 20; giovedì e venerdì aperto fino alle ore 22; lunedì chiuso
Ingresso:  7,50 euro intero, 6 euro ridotto, 4 euro scuole.
La biglietteria chiude 30 minuti prima della chiusura

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.