21 Marzo contro il razzismo

giornata contro il razzismoDuomo, 21 Marzo: Una catena umana per dire No al razzismo.

Oggi, 21 Marzo, oltre che essere il primo giorno di primavera, si è celebrata la giornata mondiale contro il razzismo.
Alle 10.30 in punto, in Piazza Duomo a Milano una catena umana, fatta da studenti, volontari dell’associazionismo e comuni cittadini, era unita per mano in un girotondo per manifestare pubblicamente il rifiuto del razzismo e della xenofobia.
Centinaia di giovani posizionati a formare un "cerchio di inclusione per tutte le razze".
L’iniziativa ha coinvolto anche esponenti della Giunta di Milano in primis il vicesindaco Maria Grazia Guida e l'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino. Di particolare rilievo è stata la presenza di personaggi del mondo dello sport lombardo e milanese, tra cui l’ex milanista Franco Baresi e l’interista Paolo Orlandoni. La loro adesione è stata un ottimo veicolo per sensibilizzare i giovani ai valori dell’uguaglianza e della fratellanza ma sopratutto al rispetto della dignità della persona umana, indipendentemente da ogni condizione personale.
Ma perché è stata scelta proprio questa giornata per dire No al razzismo?
Cos’è successo il 21 Marzo?
Purtroppo dietro ogni data da ricordare, spesso si cela qualcosa di terribilmente ingiusto. Da una parte un passo avanti, degli errori che non si ripetono più, dall’altra un peso enorme sulla coscienza.
Come nel caso più recente della Giornata Internazionale della Donna anche in questo caso si ricorda un evento tragico:
Il massacro di Sharpeville.
Era il 21 Marzo 1960 - Era una protesta pacifica quella che fecero i manifestanti neri, contro una legge che li obbligava a esibire un lasciapassare se fermati dalla polizia in un'area riservata ai bianchi.
Ma durante la manifestazione di Sharpeville, la polizia sudafricana aprì il fuoco sulla folla dei dimostranti, uccidendo in pochi minuti 72 persone.
Ecco, per l’appunto, il cosiddetto Massacro di Sharpeville.
In ricordo della giornata più sanguinosa dell’apartheid in Sudafrica, il 21 marzo 2005 è stato dichiarato dall'ONU "Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale".
Mentre per chi non lo sapesse il Sudafrica, a partire dal 1994, in quel giorno celebra la Giornata dei Diritti Umani.
La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Provincia di Milano e il Comune di Milano e con l’Ufficio scolastico territoriale provinciale, si ricollega alle analoghe catene umane che si sono svolte nelle principali città della Regione Lombardia.
Fra le altre città coinvolte dalle catene umane antirazzismo, ci sono Roma, Bologna, Brescia, Bari, Catania, Firenze, Foggia, Lecce, Trieste, Torino, Venezia.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.