Reimpiantato braccio ad agricoltore

operazione chirurgica artoIn questi giorni è stato reso noto che all’Ospedale San Giuseppe di Milano è stato eseguito un intervento di chirurgia molto delicato: il reimpianto di un arto. In seguito ad un incidente sul luogo di lavoro, un agricoltore di Brescia aveva perduto il braccio sinistro, strappato dal macchinario che stava utilizzando. Ora, a un mese di distanza dall’intervento - avvenuto il 12 marzo 2012 e durato 5 ore - il rischio della sindrome da rivascolarizzazione - che nel peggiore dei casi può comportare insufficienza renale acuta o arresto cardiaco - è superato.

"Dopo l’intervento il paziente è stato mantenuto sotto osservazione in terapia intensiva post operatoria per 48 ore circa. - ha spiegato il Professore Giorgio Pajardi - Da subito si è rileva tal’ottima vascolarizzazione dell’arto e non sono state riscontrate problematiche sistemiche. Tuttavia solo oggi mi sento di dire che l’intervento è stato un successo. Il paziente sta bene e il decorso clinico è ottimale".
I dottori Andrea Grezzi, Enrica Cavalli, Giorgio Pejardi hanno dovuto intervenire sul tessuto vascolare, nervoso, osseo e muscolare, tutti danneggiati durante la disarticolazione del gomito.
"In accordo con le linee guida internazionali, abbiamo impostato da subito la fisioterapia per l’arto reimpiantato - prosegue Pajardi - e poiché c’era anche un trauma toracico importante è prevista anche una riabilitazione respiratoria".

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.