No al distributore nel Parco di Monza

distributore Parco MonzaUn area di 9000 metri quadri è ora recintata nel parco di Monza. No, non devono abbattere altri alberi, peggio.
Devono costruire un distributore di carburante, rendere urbana  e artificiosa parte di quell’ormai ristretta area verde che ci è rimasta in Brianza.

Nonostante i pareri negativi del parco Valle del Lambro, della Sovraintendenza dei beni culturali, e della Provincia Monza e Brianza e nonostante le 4mila firme consegnate al sindaco di Monza il 27 settembre 2011 e la disponibilità dell'Agam di riqualificare il già esistente distributore di viale Stucchi, la società Sias, che ha in concessione l'autodromo, sta allestendo il cantiere in un'area verde.
Erano tutti più o meno convinti che il progetto fosse stato congelato… per questo motivo non se n’è più parlato.
Poi la sorpresa: Il 26 Aprile, l'ultimo giorno utile di autorizzazione alla realizzazione dell’impianto,  senza che nessuno se l’aspettasse più, la Sias ha recintato l’area alberata di quasi 9mila metri quadrati all’ingresso di Santa Maria delle Selve, per tenere in vita la licenza per realizzare il distributore di carburanti nel parco.
La licenza esce dall’ufficio Commercio del Comune di Monza, ma è solo l’ultimo passaggio di una procedura che, è stata approvata dalla presidenza del Consiglio dei ministri quando ancora Berlusconi era premier.
Il progetto del distributore prevede la realizzazione di un impianto di distribuzione di Gpl, metano, idrometano e idrogeno. Per un investimento stimato in circa 2 milioni di euro.

E così, si scatenano le polemiche da parte degli ambientalisti, del centro sinistra, ma anche dal sindaco leghista di Biassono, che è tra tutti i comuni quello più penalizzato dall’intervento, poiché il distributore sarebbe raggiungibile solo passando da una stradina residenziale sul suo Comune.
Per questo il sindaco biassonese Piero Malegori è pronto a fare la sua parte per ostacolare “un impianto che creerebbe problemi viabilistici notevoli”, facendo emettere già settimana prossima un ordinanza di limitazione al traffico in Santa Maria delle Selve in occasione dell'evento Superbike previsto in autodromo; In tal modo la via sarà accessibile solo ai residenti.
 Un'altra ribelle iniziativa la stanno tramando alcuni esponenti della Lista Unione Italiana - Forza Lombarda, capeggiate dal candidato sindaco Maurizio Brioschi.
Non trovando modo migliore per bloccare i lavori e per attirare l’attenzione dell’opinione
pubblica, stanno organizzando per i prossimi giorni uno spogliarello di candidati e candidate modello "Full Monty" all’ingresso del Parco.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.