Note Parallele

note parallele spettacolo teatroAnche se le spese sono tante e la crisi incalza, così come gli esami di fine semestre, gli studenti sanno sempre cogliere quando è giusto fare un buon investimento, perché per una giusta causa anche i portafogli più restii alla fine si spalancano.

In questo caso quello che suggerisco è un tipo di investimento che alla fine ha un valore quasi autocelebrativo, ovvero che ritorna proprio sugli stessi giovani che sceglieranno di partecipare all’evento. Quello che propongo è infatti lo spettacolo Note Parallele. Due realtà diverse, un’unica direzione che consiste nel “primo caso in Italia di spettacolo musicale autofinanziato da un ventenne, che ha venduto parte della casa di famiglia appositamente per la realizzazione dello spettacolo che a suo parere rappresenta la base da cui partire per una rinascita culturale all’insegna dei giovani. Infatti è la direzione artistica più giovane d’Europa”.

L’aspetto più stimolante dello spettacolo è che la suddetta gioventù in questo caso non deve essere associata a una presunta inesperienza. I nomi chiamati in causa sono infatti di notissimi musicisti e lo show ha tutte le premesse per essere un grande successo celebrato in un’unica serata che si terrà al Teatro Nuovo questo sabato 26 maggio dalle ore 21.00.

Il palco si trasformerà in una vera e propria arena in cui artisti del calibro di Giulio Tampalini, grandissimo chitarrista classico famoso in tutto il mondo, Giulio del Santo, pianista legato alla musica italiana, e un gruppo di jazzisti newyorkesi che improvvisano abitualmente per le strade della grande mela, i Tin Pan, si sfideranno a suon di musica mediati da due presentatori.

Proprio dallo scontro di queste due realtà totalmente differenti è costruito il nome dello show, che affronta le difficoltà odierne di una società che si trova a cavallo tra passato e futuro, tra vecchio e nuovo e che invita i giovani a vivere nella consapevolezza di quello che è stato, ma con uno slancio del tutto originale verso quello che sarà.

In questo viaggio nella duplicità della realtà in cui viviamo, gli spettatori saranno guidati dal giovane regista Ugo Massabò che ha dichiarato con entusiasmo: “Essere al Teatro Nuovo, dove si sono esibiti i più grandi dello spettacolo italiano ed internazionale è per me un grande onore e allo stesso tempo una grande sfida”. A noi allora non resta che accogliere l’invito e giudicare se poi questa sfida è stata effettivamente vinta.

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI