• Home
  • EVENTI
  • Passione e poesia presso la Casa del Manzoni

Passione e poesia presso la Casa del Manzoni

poesia casa manzoniIl coraggio, uno non se lo può dare” è una citazione che tutti gli italiani conoscono, essa proviene infatti da un testo che siamo tutti obbligati a studiare a scuola, ovvero I promessi sposi di Alessandro Manzoni.

Generazioni di studenti si sono chiesti il perché di quest’opera, perché se lo studio della Divina Commedia è incriticabile, quello del famoso libro di Manzoni appare molto facile. Ci sono infatti diversi testi che secondo alcuni potrebbero sostituirlo egregiamente (per esempio c’è chi propone Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa), altri più semplicemente lo trovano noioso e pedante, i più critici insistono invece sullo spirito eccessivamente conservatore del nostro Paese e giustificano così lo studio del testo in questione.

Eppure Manzoni è un autore polivalente e attento, caratteristiche che si riflettono nel romanzo, importante base di riferimento per l’attuale lingua italiana come per la descrizione di personaggi che rappresentano topos esistenziali di riferimento trasversale.

Ma senza addentrarsi in questioni di critica letteraria, un buon modo per cercare di avvicinare l’autore dell’Ottocento potrebbe essere quello di conoscere meglio il luogo in cui ha vissuto e l’alone di cultura che lo caratterizza.

Una buona occasione è l’incontro che si terrà lunedì 11 giugno proprio nella Casa del Manzoni, che si trova in via Morone 1 qui a Milano, dove Alessandro Manzoni morì di meningite il 22 maggio 1873 e fu seppellito con un solenne funerale, a cui parteciparono tutte le autorità più importanti della città.

Alle ore 18 verrà infatti presentato il libro Passione e poesia. Lettere (1954-1957), che rappresenta il carteggio tra l’anziano poeta Clemente Rebora e il giovane editore Vanni Scheiwiller. Interverranno Carlo Carena, Andrea Kerbaker e Patrizia Valduga che leggerò alcune poesie di Rebora con il curatore Gianni Mussini e l’editore Roberto Cicala Conduce Alberto Cadioli, presidente del Centro APICE con un saluto di Angelo Stella, presidente del Centro Nazionale Studi Manzoniani.

Ovviamente conclusa la presentazione, che è a Ingresso libero fino a esaurimento posti, ci sarà l’occasione per una visita a Casa Manzoni e allo studio dove furono composti I promessi sposi con manoscritti delle prime edizioni.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.