• Home
  • ARTE
  • Esposizione di Ugo Mulas alla Triennale

Esposizione di Ugo Mulas alla Triennale

esposizione fotografica Ugo Mulas alla TriennaleFotografia: “Ugo Mulas: Esposizioni” alla Triennale di Milano

La Triennale di Milano ospita una mostra dedicata a Ugo Mulas. L’esposizione è realizzata dalla Triennale di Milano in collaborazione con Johan&Levi ed è a cura dell’Archivio Ugo Mulas e Giuliano Sergio. La mostra intitolata “Ugo Mulas: Esposizioni” propone un percorso inedito nell’opera del fotografo milanese.

Inaugurata lo scorso 14 giugno e visitabile fino al prossimo 26 agosto l’esposizione testimonia l’attenzione di Mulas per i musei, le gallerie, le collezioni private d’Europa e d’America e l’affascinante osservazione del rapporto che nasce tra i visitatori e le opere d’arte nelle sale dei grandi musei come il Louvre, l’Ermitage e il Pergamon Museum. Attraverso un percorso composto da ben 120 immagini si ricostruisce la carriera e l’esperienza artistica di Mulas che inizia proprio a Milano nelle periferie, alla Stazione Centrale e tra gli amici del Bar Jamaica. È proprio al Bar Jamaica che nei primi anni ’50 che il fotografo conosce artisti e scrittori come Piero Manzoni, Lucio Fontana ed Emilio Tadini. Di questo primo periodo sono l’interesse per il cinema neorealista e la serie delle fotografie scattate alla periferia milanese, immagini di desolazione e di solitudine. Solido e fondamentale è il rapporto dell’artista Ugo Mulas con la città di Milano, insostituibile fonte di ispirazione. Mulas collaborò anche con Giorgio Strehler che lo volle come fotografo di scena al Piccolo Teatro di Milano.

Le immagini esposte in Triennale in questi giorni, molte inedite, documentano eventi che vanno dalle Biennali di Venezia alla mostra “Vitalità del negativo” del 1970 che inaugura una nuova stagione artistica con l’ingresso delle avanguardie nel museo e il progressivo allontanamento di Mulas dalla documentazione dell’arte verso nuove prospettive di ricerca. La vita del fotografo milanese si incrociò con quelle dei più grandi artisti dell’arte contemporanea internazionale da Max Ernst a Duchamp fino a Gino Severini, Alberto Giacometti, Carlo Scarpa,  Andy Warhol e Fontana. Roy Lichtenstein disse “Mulas era un artista, come noi”, ciò sta a testimoniare la partecipazione attiva e intensa di Mulas al processo creativo. Nel corso degli anni infatti il fotografo milanese documentò con estrema lucidità metodi di lavoro, tecniche, abitudini, rituali posti in essere durante il processo di creazione dell’opera d’arte.

Triennale di Milano
“Ugo Mulas: Esposizioni”
Dal 14 giugno al 26 agosto
Orari
Martedì – Domenica 10.30 - 20.30
Giovedì 10.30 - 23.00    
Ingresso Gratuito

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.