Notturni in villa: Beyond the frontier

 concerto beyond the frontierBeyond the frontier è il tema della XIX edizione di Notturni in Villa, un festival dedicato alla musica che si tiene ogni estate a Milano. L’obiettivo di questo festival è quello di rappresentare uno spazio capace di andare al di là dei confini geografici, delle barriere di genere sulla scia di concerti realizzati da virtuosi del settore, esecutori di una musica capace di muoversi oltre ogni differenza.

Gli organizzatori stessi hanno descritto così l’evento: “Un’idea appassionante che vuole essere anche un augurio a tutti noi in un’Europa che vuole restare unita, pur tra le mille difficoltà che attraversa. Una linea artistica che ci ha portato a ricercare progetti trasversali, di contaminazione: accostamenti inauditi, rivisitazioni curiose, prolifici incontri artistici. Musica che ci sorprenderà con innumerevoli spunti e provocazioni: una ventata di freschezza, modernità, voglia di condividere esperienze e tradizioni diverse”.

Questo progetto infatti conta molti partecipanti che, oltre al patrocinio e il sostegno del Settore Cultura Moda e Design del Comune di Milano, in collaborazione con la Galleria d’Arte Moderna e l’EUNIC (European Union National Institutes for Culture – Istituti di Cultura Nazionali dell'Unione Europea), rappresentano istituzioni legate ai diversi Paesi europei che hanno deciso di prendere parte al festival, e in particolare: il Consolato Generale d’Ungheria, il Consolato Generale della Repubblica di Polonia, il Consolato Generale dei Paesi Bassi, il Goethe-Institut Mailand, l’Istituto Svizzero di Roma sede di Milano, il Forum Austriaco di Cultura, l’Institut français Milano.

I protagonisti del festival, i musicisti, vengono da diverse parti del mondo e porteranno con sé le loro diversità culturali creando una grande ricchezza di programma che si muoverà liberamente dalla musica classica al jazz, passando per musica zigana e ballate tradizionali suonate su strumenti elettronici, concerti di musica balcanica o africana, improvvisazioni e world music.

La prima settimana sarà il violinista svizzero di origini ungheresi, Géza Hosszu Legocky, ad allietare il pubblico con il suo virtuosismo, che intreccia la musica gipsy della sua terra d’origine e la tradizione classica di cui è straordinario interprete. La sera successiva proseguirà il nostrano Cesare Picco, pianista noto a livello internazionale per il suo stile poliedrico. A chiudere la prima settimana di programmazione sarà invece l’European Jazz Quintet, nato dal sodalizio tra l’olandese Dick De Graaf e il pianista Andrea Pozza.

Il 12 luglio, sarà il trio di fisarmoniche Motion Trio, un fenomeno unico nel panorama di musica world europeo, ad aprire la seconda settimana del festival. Si proseguirà poi con un singolare progetto di fusione tra la musica di Mozart e la tradizione zulu, nato dall’incontro di un pianista austriaco con tre cantanti dello Zimbabwe, i MoZuluArt. L’ultima sera sarà il quartetto capitanato da Vladimir Karparov a intrattenere con il suo originale stile tra jazz contemporaneo e musica tradizionale bulgara.

L’ultima settimana per giovedì 21 luglio è previsto uno dei concerti più significativi del festival, ovvero quello dei Violons Barbares, tre artisti provenienti da Francia, Bulgaria e Tibet che hanno fatto proprio lo spirito del nomadismo del nuovo millennio. Scrive a proposito dei tre musicisti l’Institut français che i Violons BarbaresSono i nuovi barbari, contaminano i linguaggi con una forza espressiva inaudita, esprimono le emozioni e le contraddizioni del pianeta in una musica che arriva diretta al cuore, parla di terra e di spirito, confini e incroci, conquiste, saccheggi e originali scoperte: sono i nuovi barbari che esplodono vigorosi la voce primigenia del terzo millennio”. A seguire le ultime due sere i concerti della Civica Orchestra di Fiati, e il quartetto di Giovanni Falzone, Top Jazz 2012, che rilegge e reinterpreta una serie di temi popolari dell’area balcanica.

Il festival si terrà dal dal 5 al 21 luglio 2012 ogni giovedì, venerdì e sabato ore 21.30 presso la Villa Reale. Il prezzo di un biglietto è di 5€, mentre il carnet per 8 concerti (comprensivo di tessera socio Amici della Musica) è di 30€. I biglietti e i carnet possono essere acquistati o online sul sito di Amici della Musica oppure sul posto dalle ore 20.30 nei giorni di spettacolo.

Ulteriori informazioni:

Amici della Musica Milano, via Barona ang. via Boffalora

tel 02.89122383 - 345.4220303

Villa Reale, via Palestro 16

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.