• Home
  • ARTE
  • Quando il Vento incontra l’Acqua

Quando il Vento incontra l’Acqua

In mostra alla Fondazione Forma i preziosi scatti di John Hahm

Dopo il successo di Pechino, finalmente da oggi a Milano Wind and Water We Met (Quando il Vento incontra l’Acqua), suggestiva personale del fotografo coreano Ham Cheol Hun (John Hahm) realizzata con la collaborazione di Cheong Son.

La mostra, ospitata nella prestigiosa cornice della Fondazione Forma per la Fotografia, sarà visitabile gratuitamente dal 26 settembre fino al 30 settembre, con lo scopo di avvicinare i milanesi alla Corea, nell’ambito del programma della Settimana della Cultura Coreana che si conclude domenica.

La sfida tanto impossibile quanto affascinante che Hahm propone è fotografare il vento: un elemento di per sé privo di forma, ma capace di svelare con grazia l’esistenza di ciò su cui si posa o di travolgerlo con una forza dirompente e primordiale.

Se il vento simboleggia il soffio della creatività, l’acqua allude allo scorrere dell’esistenza; quando insieme incontrano la luce, arrivano a sintetizzare il pungryu: si tratta del concetto caro ai coreani del piacere che gli antichi sperimentavano relazionandosi in modo armonioso con ciò che li circondava. “L’invisibile luce dentro di me è costante. E l’universo danza al mio ritmo”, scrive infatti il fotografo classe 1952, direttore del Visual Worship Institute di Seoul.

Hahm considera quindi vento e acqua come elementi universali, capaci di superare le barriere culturali e di suscitare in ogni uomo una riflessione profonda su se stesso e la natura.

La cifra cromatica di questa straordinaria mostra è senz’altro il blu in tutte le sue sfumature, anche quando Hahm fa concessioni all’arancione dei cachi o al rosso ipnotico delle foglie sui rami intrecciati degli alberi. Questi sembrano moltiplicarsi all’infinito nelle numerose istantanee dedicate ai boschi, provocando nello spettatore quasi una vertigine. Le foreste sono inoltre protagoniste di numerosi scatti che richiamano la grande poetica dell’inverno cara a Maestri indimenticabili come Bosch o Bruegel: la neve anestetizza i paesaggi e sembra alludere alla dimensione dei ricordi tipica della ricerca concettuale di Hahm.

In Acqua-Variazione 03 scogli neri affiorano dall’acqua in una visione surreale di un litorale, mentre il vento blu trasporta l’osservatore nello spazio e nel tempo quasi a preannunciare l’onirico bianco e nero di Beauty of empty space in cui, scrive l’artista “la bellezza del vento abbraccia il mondo”.

All’inaugurazione della propria esposizione John Hahm, affiancato da Alessandra Tosi del Consolato Generale della Repubblica di Corea in veste di traduttrice, ha risposto ad alcune domande di Milanofree.it.

D: Fotografare il vento, qualcosa che di per sé non si vede sembra difficile, se non impossibile. Da dove è nata questa idea?

R: Ѐ vero. Il vento è qualcosa di inafferrabile, ma se ci pensa è intimamente legato, connaturato all’uomo: espirando noi stessi produciamo un soffio. Quel soffio, è vento. E da questa riflessione sono partite la mia fascinazione e la mia ricerca.

D: Qual è la sua idea di bellezza?

R: Ciò che è nuovo non suscita il mio interesse. Per me è bello tutto ciò che è antico e consumato. Il motivo? Ha una storia da raccontare…

D: E la sua idea di fotografia?

R: Non esco a di casa a cercare soggetti buoni per una istantanea. La fotografia è un processo di ricerca interiore di cui lo scatto è solo il passaggio finale.

 

Conclusasi la mostra, le opere resteranno visibili e disponibili per l’acquisto fino a dicembre 2012 presso il Consolato Generale della Repubblica di Corea a Milano in Piazza della Repubblica 11/A.

Contemporaneamente e fino al 14 ottobre prossimo, la Fondazione Forma per la Fotografia ospita l’interessantissima mostra gratuita di Luca Catalano Gonzaga Infanzia in pericolo

Informazioni utili

Wind and Water We Met

dal 26 settembre al 30 settembre 2012

Indirizzi e recapiti

Fondazione Forma per la Fotografia, Piazza Tito Lucrezio Caro 1, Milano.

02.58118067

02.89075419

 

Orari

Tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00

giovedì e venerdì dalle 10:00 alle 22:00

lunedì chiuso

 

Biglietto

Ingresso gratuito

Valentina Fumo

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.