Gigi Gatti – Nulla a perdere

gigi gattiDal 16 ottobre al 18 novembre il Museo Diocesano di Milano prosegue con un altro appuntamento della rassegna MuDi Contemporanea, allestendo la personale del fotografo Gigi Gatti dal titolo Nulla a perdere.

Il percorso espositivo comprene quaranta scatti dell’artista lodigiano, realizzati tra il 2006 e il 2009, in cui il soggetto principale è un paesaggio deserto e silenzioso, quasi irreale, abitato dal silenzio, dove la neve e la nebbia amplificano l’impressione data dalla totale assenza di figure umane. Un’assenza comunque relativa, poiché, per quanto l’uomo non compaia mai nelle immagini, la sua presenza è percepibile in lievi tracce che ne testimoniano il passaggio: orme sulla neve, un campo di calcio, un’altalena vuota.

Le immagini di Gigi Gatti, risultato di un lungo lavoro di ricerca e di un complesso intrecciarsi tra pensiero e realtà, sono realizzate con una tecnica sperimentale, dove l’artista crea in prima fase una diapositiva, per poi rifotografarla con una piccola digitale mentre viene proiettata, generando una sovrapposizione in cui emerge un'altra dimensione di paesaggio.

Alla mostra si accompagna il catalogo con i testi di Roberto Mutti.

Gigi Gatti, nato a Lodi nel 1950, ha esposto a Milano e provincia e a Cremona. La sua fotografia si orienta prevalentemente al paesaggio che, osservato da diverse angolazioni, assume una dimensione interiore.

Gigi Gatti – Nulla a perdere
Museo Diocesano di Milano
Corso di Porta Ticinese 95
Dal 16 ottobre al 18 novembre
Inaugurazione 15 ottobre ore 18
Orari: mar/dom 10-18, lun chiuso
Ingresso: 8 Euro, ridotto 5 Euro

Elisa Mino

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.