• Home
  • TEATRO
  • Il miracolo di Don Ciccillo al teatro Manzoni

Il miracolo di Don Ciccillo al teatro Manzoni

miracolo-don-ciccilloAl Teatro Manzoni a Milano dall’11 al 14 ottobre 2012, viene messo in scena lo spettacolo “Il miracolo di Don Ciccillo”, con Valentina Stella e Graziella Marina,Gino Monteleone, Gianni Parisi, Tilde De Spirito, Claudia Federica Petrella, Giordano Bassetti, Sergio D’Auria, Davide Marotta e Graziella Marina, per la regia di Carlo Buccirosso.

Dopo la grande audience di pubblico registrata nella scorsa stagione teatrale, ritorna a grande richiesta a Milano, portando le sue risate e continua comicità e continui sbalzi di scena. Sotto la regia del napoletano Buccirosso, autore di grandi successi sia teatrali che cinematografici, ritorna sul palco con questo grande evento. Nella sua mimica il regista attrae il pubblico con momenti di risate e di satira sociale. Il punto centrale di questa commedia è Alberto Pisapia interpretato dallo stesso Buccirosso, persona serena e tranquilla, ristoratore, che dedica la sua vita a sua moglie Valeria, che canta e fa musica negli anni 80, e viene aiutato da suo figlio Vincenzo nel suo lavoro, e dal secondo Matteo Dottore in chimica, oltre che dalla sua tata Titina, sempre dedita alla casa.

Nella vita tranquilla di Albero Pisapia, entra improvvisamente il fratello Ernesto, che ne combina di tutte e di più con i suoi poco chiari lavori e intrecci, essendo Avvocato e anche Amministratore del ristorante. Ad Ernesto a complicare ancora di più il tutto arriva un poco buono esaurimento portatogli dalla suocera Clementina. La vita continua comunque, e in un brutto giorno, in cui il postino bussa alla porta tre volte con la consegna di tre caselle esattoriali, da quel momento la sua vita si capovolge e cambia. Arrivano incubi e paure è alle prese con un forte stress dovute al fatto che tutto ciò che tempo era suo, il ristorante, la casa, non gli appartiene più, il dovere gestire la sua attività in amministrazione controllata a causa degli spietati attacchi che l’Equitalia continua a far piombare su di lui, oltre ad avere la suocera di Alberto Pisapia come funzionario della riscossione crediti. Ne la sua infermiera Angela, ne l’esperienza del suo Dottore Cinquegrana riescono a porvi rimedio. Può essere che al ristoratore Alberto Pisapia necessitavano adesso sia sua moglie Valeria , o ancora meglio un miracolo……il miracolo l’amore. Questa commedia la sua grandezza la prende dal minuzioso e perfetto suo motore composto da perfetti ingranaggi, ben registrati e nella sua messa in scena ben fatta dagli attori che fanno lo spettacolo, ben coadiuvati da tutto lo staff. Da rilevare le buone musiche originali di Antonio Carrera, su tutte quelle della canzone "Pe’" di Bruno Lanza , nata ed ispirata da un'idea artistica originale dello stesso Buccirosso, oltre alle belle scenografie fatte da Gilda Cerullo, i sontuosi costumi di Zaira De Vincentiis, e le luci affascinanti e tradizionali di Francesco Adinolfi. Va detto infine che questo “Miracolo” è da vedere, i suoi due atti fanno divertire e riflettere. Da non dimenticare la SACS, nelle persone di Roberto Ascione e Massimo Comune, per la realizzazione scenografica, Ugo Prato, il "piccolo grande fonico", Giovanni Esposito per la gestione del montaggio scena, Domenico Pepe per il suo prezioso lavoro dietro le quinte, Annabella Donnarumma, immancabile sarta, nonchè "mamma" di scena, la produzione Alfieri, Alessandro Alfieri coordinatore assieme a Costantino Petrone, Aurora Sbarbato e Giacomo Monda, di una macchina produttiva di notevoli dimensioni, creando pregevoli condizioni di lavoro.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.