Babbo Natale per un giorno 2012

babbo nataleLa Fondazione “Aiutare i Bambini” (laica, indipendente, che da sostegno ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione, emarginati e schiavizzati, aiutandoli nell’istruzione, educazione, con l’avvio di progetti sanitari di accoglienza, educazione, adozione a distanza, emergenza) scende nelle Piazze di Milano e Provincia e di alcune altre città  italiane, il 1 e 2 dicembre, 2012 per l’ormai tradizionale appuntamento dell’evento “Babbo Natale per un giorno”  arrivato alla sua ottava edizione, con lo scopo di raccolta fondi per far operare, assistere e salvare la vita ai bambini cardiopatici che vivono nei paesi più poveri, organizzando in caso di necessità, il loro trasporto in Italia in appropriate strutture ospedaliere.

Per riuscire a rendersi utili verso i bambini, è doveroso l’intervento di tutti. Dare il proprio sostegno è semplice, basta recarsi nelle principali piazze di Milano e provincia, e fare una donazione (le piazze sono elencate sul sito www.aiutareibambini.it), e si avrà come ringraziamento per quanto fatto un bel cuoricino, utile come addobbo natalizio, o in alternativa una scatola  Fantacolor Quercetti, contenente i chiodini colorati, gradevolmente confezionata, che diventeranno la gioia e l’allegria dei bambini e non, che si sbizzariranno nel fare composizioni di vario genere; da rilevare che il tutto è stato appositamente fatto  per il progetto “Cuore di bimbi”.BabboNatale perungiorno

In tutto il mondo ogni anno nascono un milione di bambini affetti da problematiche cardiache e molti di loro hanno poche speranze per restare in vita, in quanto dove vivono non ci sono le strutture ospedaliere, i macchinari, i medici, i chirurghi e il materiale necessario ad operare. Proprio per questo “”aiutare i bambini”, interviene con questo progetto e iniziativa, mandando missioni di medici italiani e altro personale specializzato in questi paesi, che sono per adesso: Il Camerun, Eritrea, Kazakistan,  e Uzbekistan, mentre molti altri bambini vengono portati dall’Albania, Kosovo e Zimbawe in Italia, a tutti viene fatta una visita specialistica, accertamenti, esami e poi si arriva nei casi diagnosticati gravi ad operarli. Facendo questo già in molti vengono salvati, sino ad oggi nel numero è di 620, oltre a quelli, che sono un migliaio che arrivano nelle strutture ospedaliere del nostro paese. Il tutto grazie ai fondi raccolti con “Babbo Natale per un giorno”. Anche per quest’anno vi sono dei testimonial famosi che spontaneamente si sono messi a dare una mano con grande passione, mettendosi su il cappello di Babbo Natale e lanciando un appello in merito.

A questo proposito si invita tutti a sostenere il progetto “Cuore di bimbi” dando la propria adesione come volontario e andando nelle piazze a fare la donazione. Per informazioni e adesioni contattare la Fondazione “aiutare i bambini” Onlus, Via Ronchi 17 – 20126 Milano – tel. 02.2100241

Guido Baroni

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.