Mostra Carlo Erba

Mostra Museo Carlo ErbaAprirà al pubblico sabato 1 dicembre 2012 la mostra “Carlo Erba. L’innovazione in farmacia – L’affascinante storia che ha trasformato una professione” realizzata dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

L’esposizione, ripercorrendo la storia di Carlo Erba e della sua azienda, traccia un percorso inedito tra le tappe fondamentali dell’industria farmaceutica italiana e le pietre miliari dell’evoluzione del ruolo del farmacista. Al centro della mostra la storia dell’erede di una famiglia di “speziali” milanesi, che dal nulla creò uno di quei piccoli imperi a gestione familiare che hanno caratterizzato lo sviluppo industriale del XIX secolo.

Tutto inizia nel 1837, quando il giovane Carlo Erba, dopo la Laurea in Farmacia, decide di mettersi in Mostra Museo Carlo Erbaproprio e di creare nel retro bottega della sua farmacia, nell’antico quartiere di Brera, quella che negli anni seguenti diventerà tra le prime industrie farmaceutiche italiane, con laboratori, negozi, stabilimenti e centinaia di operai. Una storia che verrà raccontata in 5 isole tematiche, in cui i contenuti verranno presentati attraverso una pluralità di linguaggi e di strumenti, dagli oggetti storici ai documenti, dalle immagini ai filmati, fino ad arrivare agli scatti di Alessandro Albert e Paolo Verzone, che hanno fotografato decine di farmacisti all’interno della loro farmacia, dal Nord al Sud dell’Italia, dando vita a un reportage tanto unico quanto emozionante e caleidoscopico. Un’esposizione che svelerà quindi anche le trasformazioni della professione del farmacista, oggi sempre più attore all’interno di una pluralità di scenari diversi, senza però mai abbandonare il fondamentale ruolo di mediatore per antonomasia tra i cittadini e i farmaci.

La mostra si trasformerà quindi in un’occasione unica per capire meglio quel professionista in camice bianco che sta dietro il bancone e scoprire l’affascinante mondo che vive dietro le sue spalle.

L’ingresso al Museo e alla mostra sarà gratuito per tutti i farmacisti. Per il pubblico, l’ingresso alla mostra sarà incluso nel biglietto del Museo.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.