• Home
  • ARTE
  • Mostra Enèrgheia allo Spazio Statuto

Mostra Enèrgheia allo Spazio Statuto

mostra energheia milanoIl 9 gennaio 2013 a Milano, presso la Galleria d’Arte Contemporanea e Spazio Espositivo Statuto 13, in Via Statuto 13 (nella corte interna) a Milano, Brera District, viene inaugurata a, dalle ore 18,30 alle 21,00 la Mostra  “Enérgheia” Mostra bi-personale di fotografia di Giada Paolini e Marco Utili, che rimane aperta fino al 2 febbraio 2013. A curare la mostra Massimiliano Bisazza Direttore Artistico e  Maria Teresa Briotti.

“Enèrgheia” è una parola greca che esprime nel suo evolversi il lavoro fatto da Giada Paolini e Marco Utili, gli artisti e autori di queste immagini fotografiche, che narrano due punti di vista del tema comune e sulla poetica trattata in questa mostra,  si parla di “Energia”, fatta vedere in contrapposizione tra come la vedono loro nelle diverse modalità di espressione artistica. Giada Paolini immortala il tutto con l’autoscatto, dove mette in mostra se stessa di fronte alla macchina fotografica. Lo fa con la sua Nikon, portando quello che vede in un contesto artistico. Si vedono infatti immagini, angosce, traumi e paure, che vengono esorcizzati e ridisegnati e resi visibili secondo la sua arte. I suoi scatti in bianco e nero e non, unendo la psicologia dell’arte, i timori e gli amori, le virtù con i vizi, creando energia, questo è quello che si vuole. Marco Utili invece, nelle sue opere fa vedere la sua esplorazione sull’essere umano, le sue fasi esistenziali, vedasi: “La Guerra di Adamo”in cui si studiano e visualizzano indagandole  le forze e le energie con le quali l’uomo coabita e vive, lasciando a parte l’”Enèrgheia” (origine cosmica), portando in risalto l’interpretazione di alcuni aspetti relativi all’essenza dell’Universo nell’angolo “Piccola luce”.

In quello “le forme prime” si vede  la consapevolezza degli uomini a dare valore a immagini archetipiche come un qualcosa da cui prende via il tutto.  Tutto questo suo modo di vedere, pone delle domande a chi le vede, come ad esempio la fotogtafia energie, in cui l’uomo giornalmente ci abita, ignorando e non vedendo anche qui l’”Enègheia” (origini cosmiche), portando a suo modo l’interpretazione di alcuni aspetti  a riguardo  l’essenza dell’Universo con la sezione “Piccola luce”. Mentre nell’angolo “le forme prime” si riprende la consapevolezza degli uomini a riconoscere alcune figure archetipiche come segni da cui tutto deriva . tutto il suo esporre figure,  chiamano in causa chi le vede, facendo andare in primo piano  la fotografia in  un modo di parlare senza un codice, spaziando e ampliandosi  nel  far conoscere molto altro.  Per ulteriori informazioni chiamare il 347.2265227

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.