• Home
  • CRONACA
  • Milan - Bologna Serie A 21a giornata: Un’altra vittoria col brivido per i ragazzi

Milan - Bologna Serie A 21a giornata: Un’altra vittoria col brivido per i ragazzi

milan teamIl Milan cerca la prima vittoria nel girone di ritorno dopo lo scialbo pareggio del Marassi. Il Mister non riserva particolari sorprese di formazione, con Abate e Constant sugli esterni (De Sciglio influenzato), Mexes e Zapata in mezzo alla difesa, la conferma dei 3 di centrocampo di Genova e del Faraone e Niang, con Pazzini nuovamente al suo posto (e Bojan relegato in panca).


Nel primo quarto d’ora il gioco dei ragazzi è accettabile, la squadra rimane corta ma crea poche occasioni in attacco, dove il solito Faraone s’invola sulla sinistra e tira rientrando col destro, ma nulla più. Il Bologna si limita a contenere e così si arriva a passare la mezzora col taccuino ancora desolatamente vuoto, ed il timore di raccogliere un altro punticino (magari nuovamente a reti bianche).
Verso il finale del primo tempo la partita vive un sussulto, dapprima con un bel colpo di testa di Pazzini su cross di esterno di Constant (oggi all’altezza del mai dimenticato Serginho nella propulsione a sinistra) e poi con un inserimento dello stesso Constant, che però cincischia al momento del tiro, ed un’ultima conclusione di El Shaarawy.
A conti fatti insomma primo tempo onesto, ma senza la verve necessaria, come del resto i ragazzi di Allegri ci hanno abituato durante tutta l’annata.


Mister Max non fa cambi nell’intervallo ed i fatti sembrano dargli ragione, perché la squadra riparte con un piglio diverso e dopo pochi minuti su una discesa di Abate (che incredibilmente alza la testa al momento del crosso in mezzo!) Pazzini sbaglia un goal che sarebbe stato più facile insaccare (tranne forse che per il Borriello visto oggi…). Partono le prime maledizioni, però la squadra “gira” meglio ed il Bologna è sempre più in difficoltà nel contenere i rossoneri.
E così, su un altro cross dalla destra, è bravo questa volta Pazzini a liberarsi del centrale rossoblù Antonsson e poi fortunato a colpirlo nella conclusione, con una deviazione che si rivela vincente: si può prendere fiato, 1-0!


Con un Bologna che rimane imbambolato c’è spazio per Nocerino e addirittura per Traorè (quasi quasi mi commuovo!) al posto di Flamini e di Niang, che supera bene questa prova sulla strada che potrebbe portarlo a diventare un campioncino.
Passano pochi minuti e Pazzini si inventa un altro goal, questa volta un pezzo di bravura senza alcuna fortuna: si libera di Portanova con un sombrero e segna con un gran tiro al volo in diagonale.
“2-0 e tutti a casa a festeggiare” è il pensiero del tifoso rossonero ingenuo, che forse dimentica che il nuovo Milan non riesce a non prendere goal per due partite di fila; tanto per confermare le buone tradizioni, su cross del Bologna la difesa si concede una bella dormita collettiva lasciando l’unico attaccante del Bologna libero di colpire di testa, a ciò si aggiunge la reattività di Mexes che devia il pallone nella sua porta come se passasse di lì per puro caso.

Morale della favola: di nuovo 10 minuti finali di apprensione ed alla fine il triplice fischio è una liberazione come se avessimo battuto il Barca.


In ogni caso, per la serie “chi si accontenta, gode”, siamo felici di aver ritrovato (almeno temporaneamente) il sesto (!) posto e di aver rimesso i cugini nel mirino (sempre che Zeman li contenga stasera). Sembrerà poco, ma per chi (come me) ricorda indelebilmente in Milan nella colonnina di destra della classifica con i bookmakers che quotavano la retrocessione, è già una piccola soddisfazione.

Forza ragazzi, avanti così!

Pin It

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI