Cosa fare questo weekend a Milano? 22-24 giugno 2018

Cosa fare questo weekend a Milano? 22-24 giugno 2018

Come sempre MilanoFree.it offre i suoi consigli sui...

Spina bifida curata in utero, al Policlinico di Milano primo intervento d'Europa

Spina bifida curata in utero, al Policlinico di Milano primo intervento d'Europa

La spina bifida è un grave difetto della colonna vertebrale e del midollo...

L'utilizzo dei social per creare indignazione popolare

L'utilizzo dei social per creare indignazione popolare

Sui social ed in tv campeggia da giorni la fotografia di un bambino in gabbia...

Street food e musica al Villaggio Solidale di Lurano domenica 1 luglio

Street food e musica al Villaggio Solidale di Lurano domenica 1 luglio

Domenica 1° luglio 2018 il Villaggio Solidale di Lurano (BG) aprirà le sue...

Milano diventa Rosa

Milano diventa Rosa

Milano si tinge di rosa e celebra i 70 anni della Lega italiana per la lotta...

I -Days 2018: quattro giorni di rock a Milano

I -Days 2018: quattro giorni di rock a Milano

Dal 21 al 24 giugno presso Experience Milano, nell'ex area Expo, approdano gli...

Jazz in Cascina 2018

Jazz in Cascina 2018

Il mercoledì, per la programmazione estiva 2018 di Dopo andiamo al...

Echi dall’antichità. Carl Burckhardt in mostra al Museo Vincenzo Vela

Echi dall’antichità. Carl Burckhardt in mostra al Museo Vincenzo Vela

Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto presenta fino al 28 ottobre 2018 una ricca...

I tarocchi del Mantegna alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana

I tarocchi del Mantegna alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana

Fino al 1 luglio 2018, la Pinacoteca Ambrosiana presenta i “Tarocchi del...

Expo Milano: due anni all'evento

expomilan2015E' iniziato il 2013 e si avvicina così l'appuntamento con l'Expo che Milano organizzerà per il 2015.

Per molti visto come il possibile trampolino di rilancio dell'economia milanese ed italiana, dovrà essere preparato nei minimi dettagli per riuscire ad ottenere un buon riscontro di pubblico e lasciare ai turisti che visiteranno la città un buon ricordo di essa.

Il comitato organizzatore spera che per la buona riuscita dell’evento almeno quattro milioni di visitatori possano transitare nella città durante quell’anno. Un flusso turistico di grandi dimensioni che Milano dovrà saper gestire al meglio.

Molto si muove. Milano è una città che sta cambiando volto ed il suo skyline si è già modificato parecchio negli ultimi anni innalzando grattacieli che lasciano il Pirellone e la torre Velasca come simboli di un’epoca ormai passata.

Si lavora in altezza ma anche in profondità cercando di migliorare il trasporto urbano e ampliare la rete metropolitana. Due nuove linee erano previste nel piano iniziale dei lavori da completare entro il 2015. Per febbraio di quest’anno dovrebbe essere aperta la tratta Bignami-Zara della linea 5, tratta che doveva essere già attivata per l’incontro mondiale delle famiglie il maggio scorso. Per quanto riguarda la linea 4 invece si sa già che non sarà terminata per l’Expo e si auspica almeno di avere il collegamento tra l’aeroporto di Linate e la stazione ferroviaria di Forlanini. 

“Nutrire il pianeta, energia per la vita” è il tema scelto per la kermesse. Molti quindi saranno gli eventi e gli spazi dedicati all’agroalimentare.

Di questi giorni la notizia che la Coop sarà partner dell'evento realizzando quello che sarà un future food district, ovvero un supermercato del futuro ed organizzando al suo interno degustazioni, servizi di consulenza e corsi sull'educazione alimentare e il consumo consapevole.

Dal 23 gennaio 2013 fino ad aprile 2015 inoltre, presso l’hotel Chateau Monfort di piazza San Babila, il Movimento Turismo Vino ha organizzato una serie di degustazioni e banchi d'assaggio che mensilmente affiancheranno i prodotti lombardi ai migliori vini delle regioni del nostro stivale. 

Valorizzare il made in Italy è sicuramente una delle possibili chiavi di successo per l'Expo, ma soprattutto il turista sarà soddisfatto nel momento in cui gli sarà riservata una buona accoglienza. Su questo Milano ha ancora da lavorare e tutti noi possiamo metterci del nostro innanzitutto vedendo lo straniero come una risorsa e non più come un pericolo.

Edoardo Colzani

ARTICOLI CORRELATI:

Come arrivare all'Expo 2015

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.