• Home
  • CRONACA
  • Genoa-Milan 2013: 0-2, staffetta vincente a Marassi

Genoa-Milan 2013: 0-2, staffetta vincente a Marassi

milan teamVittoria grazie alla coppia Pazzo-Balo, in attesa del big match di martedi col Barça.

 Al Ferraris di Genova i Ragazzi affrontano il Genoa ritrovato di Ballardini, l’arbitro è Damato di Barletta.

Come spesso accade in questa stagione, nella prima frazione di gioco, la manovra milanista è compassata e prevedibile, mentre la squadra ligure si dimostra più vivace, affidandosi alle invenzioni di Bertolacci e alla fisicità dell’ex Borriello.

Al 22’ però, come un fulmine a ciel sereno, De Sciglio (solita superba prestazione) scende sulla destra e crossa al centro rasoterra, Bastioni di Portanova anticipa Flamini ma respinge sui piedi del Pazzo. L’attaccante, zoppicante per un intervento dello stesso roccioso difensore qualche minuto prima, lascia partire un destro al volo al limite dell’area che sbatte sotto la traversa e si insacca in rete.  13° gol in 22 presenze e ruolino da top scorer per Giampy da Pescia che è però costretto a lasciare il campo per Balotelli.

Il primo tempo si chiude con il Genoa che si riversa nella metà campo avversaria alla ricerca del pareggio, reclamando un paio di rigori che Damato non concede.

L’inizio della ripresa è ancora di stampo genoano,  con T’amo o pio Bovo che trova il palo con una sassata terrificante su punizione dalla sinistra e con Borriello a scaldare i guantoni di Abbiati con un sinistro bello ma centrale.

E quando si inizia a pensare che SuperMario non sia per nulla in serata, ancora sofferente per l’infortunio subito nel derby, entrato in campo con quell’atteggiamento un po’ svogliato ed indolente e rimediando un’ammonizione dopo nemmeno un minuto di gioco, ecco che il nostro beniamino tira fuori dal cilindro il coniglio che vale il 2-0: al 61’, sugli sviluppi di un corner, guadagnato da uno splendido Matteo Flamini, Zapata si inventa un gran passaggio filtrante per Balotelli, che, all’altezza dell’area piccola, insacca con un destro incrociato, beffando Frey (pettinato per l’occasione da Stevie Wonder). E per Mario sono 5 gol in 5 partite.

La partita sembra quindi in discesa, se non fosse che al 65’ Constant, dopo una bella discesa, reagisce ad un calcione da dietro di Bovo. Per quest’ultimo solo cartellino giallo, mentre per Kevin, già ammonito, è cartellino rosso. Troppo ingenuo e nervoso il franco-guineano.

Il finale è dunque tutto per Christian Abbiati che ci mette le manone prima su colpo di testa di Portanova, poi sul destro ravvicinato di Granqvist, ancora sul tiro di Jorquera ed infine su incursione di Borriello.

Alla 94’, il fischio di Damato regala al Milan i 3 punti, che consentono ai Ragazzi di conservare il 3° posto e di salire momentaneamente a -2 dal Napoli.

Let’s keep on dancing!

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.