• Home
  • CRONACA
  • INTER-BOLOGNA 28a GIORNATA: INCUBO INTER, KO CON IL BOLOGNA

INTER-BOLOGNA 28a GIORNATA: INCUBO INTER, KO CON IL BOLOGNA

lo scudetto dell'InterL’ex milanista Gilardino castiga i neroazzurri

Con il posticipo di domenica, si è conclusa una settimana da incubo per l’Inter: dopo l’umiliazione europea contro il Tottenham di giovedì è arrivata anche la sconfitta casalinga contro il Bologna. La squadra di patron Moratti scivola così al 5° posto superata dalla Fiorentina, vittoriosa con la Lazio; tuttavia più che la classifica a preoccupare i tifosi è l’involuzione del  gioco nerazzurro: infatti le poche occasioni create sono state frutto di iniziative personale. Addiruttura contro i rossoblu è sembrato quasi che le squadre si fossero invertite i ruoli, con il Bologna top-team e l’Inter squadra di bassa classifica; Il primo tiro in porta per gli uomini di Stramaccioni si registra al 25° minuto di un primo tempo in cui gli Emiliani sono assoluti padroni del campo: Gabbianini, Diamanti e Gilardino mettono in continua difficoltà la difesa interista, con Schelotto peggiore in campo e inguardabile in fase di disimpegno. Poco prima dell’intervallo è ancora Gabbianini a sfiorare la rete di testa e solo un grande salvataggio di capitan Zanetti salva la “Benamata”.

In avvio di ripresa Stramaccioni inserisce Cassano al posto del giovane Benassi sperando di ripetere il secondo tempo di Catania; in effetti i neroazzurri sembrano più in palla rispetto alla prima frazione senza tuttavia creare occasione da gol. Ma mentre tutto San Siro spera nell’episodio che sblocchi una partita difficile arriva la doccia fredda: cross di Perez, Juan Jesus si dimentica di Gilardino che al volo batte un incolpevole Carrizo. L’Inter prova a reagire con i tentativi di Guarin e Cassano ma prima Curci e poi la difesa salvano il risultato. Dopo un miracolo di Carrizo su colpo di testa di Khrin i neroazzurri provano il forcing finale ma i tentativi di Palacio e Cambiasso si infrangono tra i guantoni del portiere rossoblu.  Finisce così con il Bologna vittorioso e L’inter che festeggia nel peggiore dei modi i 105 anni della sua gloriosa storia. Nonostante la pessima prestazione la possibilità di qualificarsi alla prossima Champions League è ancora intatta, con 30 punti ancora da assegnare e 4 da recuperare al Milan tutto può ancora succedere; non giocando come con Tottenham e Bologna.

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI