• Home
  • ARTE
  • Mostre fotografiche Milano. I luoghi oscurati al Museo Minguzzi

Mostre fotografiche Milano. I luoghi oscurati al Museo Minguzzi

obscuredFino al 17 marzo lasciatevi sorprendere dalla mostra organizzata da Neos

 I luoghi oscurati della terra sono dieci Paesi dalla bellezza folgorante e terribile.

Benedetti da una civiltà antica, Afghanistan, Algeria, Birmania, Eritrea, Iran, Iraq, Libia, Siria, Sudan e Yemen recano la propria storia scolpita dal sole e dal vento sui templi, sulle dune e sui visi dei propri abitanti, ma la loro luce è oscurata dalla guerra, dalla dittatura e delle stragi dei civili, tanto da esserne diventati quasi sinonimi.

Fino al 17 marzo il Museo Minguzzi propone la mostra Obscured. I luoghi oscurati proprio per alzare il velo su questi Paesi, ricordarne lo splendore e farli uscire dall’eclissi cui la violenza li ha condannati.

Giulio Andreini, Giulia Castelli Gattinara, Giovanna Dal Magro, Alessandro Gandolfi, Oliver Goujon, Valerio Griffa, Enrico Martino Michele Molinari, Pierluigi Orler, Daniele Pellegrini Angela Prati, Alessandro Rocca, Marco Santini, Giovanni Tagini, Angelo Tondini, Nico Tondini e Graziella Vigo firmano suggestivi scatti di grandi dimensioni accompagnati da una voce narrante in una mostra multimediale di grande impatto da cui è stato tratto un libro: piccoli racconti dalle colonne del tempio della dea Hator in Sudan, sussurri sulla sabbia fra le tende nel deserto libico, lo stupore davanti all’arancione del tramonto Birmano sul fiume Irrawady.

Fotografia dopo fotografia, racconto dopo racconto l’impressione è quella di aver compiuto un viaggio attraverso una umanità lontana, eppure tanto vicina.

Resta lo sguardo di Ayin, 24 anni, studentessa di Architettura a Isfahan, in Iran ritratta da Oliver Goujon. Un fermaglio colorato le tiene il velo, gli occhi grandi sono sottolineati dal kohl, mentre una piccola benda protegge il suo nuovo naso alla francese.

La legge islamica non vieta gli interventi di chirurgia plastica.

Diversa è la situazione per i diritti umani e la libertà di espressione, come ricorda Amnesty International nel proprio rapporto 2012: una contraddizione che spinge a interrogarsi anche sul proprio concetto di libertà e su quanto possa essere oscurata e intorpidita, a volte, la propria coscienza.

 

Informazioni utili:

Obscured. I luoghi oscurati

Museo Minguzzi, via Palermo 11

Orario: Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00; lunedì chiuso

Biglietto: 3.50 euro + 1 euro tessera associativa.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.