• Home
  • ARTE
  • Karel Thole, Creatore di Universi

Karel Thole, Creatore di Universi

Forse uno dei vantaggi della fantascienza è proprio questo: una libertà di “espressione fantastica” in ogni tipo di illustrazione. Si può inventare tutto! (Karel Thole).

Karel Thole - Creatore di Universi è una mostra dedicata all' illustratore olandese che si terrà a Milano presso la Galleria Arnaldo Pavesi (Via Guido d'Arezzi, 17) dal 14 al 24 marzo e sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 con ingresso gratuito.

Quanti di noi non hanno mai visto o sentito parlare almeno una volta nella vita della collana di romanzi Urania?

Libri di fantascienza pubblicati a partire dal 1952 dalla Mondadori che hanno permesso ai lettori italiani di conoscere e innamorarsi di Dick, Ballard, Asimov.Copertine bianche, cerchietto rosso e immagini futuristiche.

Un giorno rividi ad una fiera del libro nel Palazzo Reale l'art director della “Mondadori”, che mi fissò un appuntamento. Quando arrivai mi fece vedere un numero di “Urania” e mi disse che l'attuale illustratore, Caesar, avrebbe di lì a poco interrotto la collaborazione. Mi propose di continuare e di farmi carico di una copertina quindicinale. La cosa mi interessava. Il primo numero di “Urania” di cui feci la copertina era il numero 233 del 3 luglio 1960, dal titolo “L'impossibile ritorno” di J.B Dexter. Ricordo che vi erano due mostri che si affrontavano. Così inizia l'avventura di Karel Thole con Urania, curata per un ventennio dai celebri Fruttero e Lucentini.

La collana che lo rese celebre e che lui a sua volta rese celebre creando da semplici copertine quei capolavori oggi a noi tutti conosciuti.

La mostra espone le copertine originali dell'artista dal 1960 al 2000 portando in luce tra gli altri anche i disegni dei primi anni sessanta di Fantômas (Souvestre e Allain per la collana Mondadori), realizzati con la tecnica della "carta da grattare" e le copertine per le opere di Agatha Christie ed Alfred Hitchcock, della collana Oscar Gialli.

A completare il percorso anche le copertine horror realizzate per l’editore tedesco Heine negli anni ’70

Artista visionario, Thole si colloca come uno tra i più originali nel suo genere.

Le sue opere spesso cariche di inquitudine profonda, di pathos, di angoscia, sono essenziali, grottesche, apocalittiche e ironiche al tempo stesso.

Il suo repertorio di immagini fantastiche è il più ampio mai realizzato da un artista europeo.

La mostra, attraversando 40 anni di produzione artistica è un'occasione per vedere dal vivo la brillantezza dei colori e il surrealismo delle immagini di questo precursone dei tempi moderni.

Caterina Vasi

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.