Pasqua a misura di bambino

Al Parco La Fagiana di Pontevecchio di Magenta domenica 31 marzo si potrà partecipare ad una Pasqua diversa, organizzata da’’Associazione Naturalistica Codibugnolo, una Pasqua a misura di bambino.

Un simpatico gnomo,  ha nascosto tutti gli ovetti custoditi dalle fate per i bambini, proprio quando è il momento di fare festa…   Tutti i bambini che vorranno partecipare dovranno munirsi di pazienza, di spirito d’osservazione e di tanta curiosità al fine di trovare quanti più oggetti possibili, nascosti fra il verde dei sentieri attorno al Centro Parco “La Fagiana”.

Terminata la ricerca e recuperati tutti gli ovetti si decoreranno secondo il gusto di ognuno, non senza  riferimenti alla natura che in questo momento è in piena rinascita.

magenta pasqua

La Riserva Naturale Orientata La Fagiana di Magenta,  racchiude molti degli ecosistemi tipici del territorio del Parco e si può considerare il punto più completo di approccio per il visitatore che arriva per la prima volta nel Parco del Ticino.

Il suo centro  è la signorile villa posta al centro di una delle grandi tenute nate dalla cessione dei diritti di caccia ai privati, voluta da Vittorio Emanuele II.

Nata come riserva di caccia, vasta 1574 ettari ed estesa per una lunghezza di più di dieci chilometri sulla sponda sinistra del Ticino, da Casate a Robecco, è divenuta una delle più importanti riserve della zona arricchendosi man mano di foresterie, costruzioni di servizio, camminamenti e opere idrauliche per alimentare  stagni di sosta per le anitre.

All’inizio del secolo scorso era sicuramente una delle più famose riserve di caccia della pianura lombarda. Durante la seconda guerra mondiale, il 4 gennaio 1945 nel corso di un raid aereo che aveva l’obiettivo di distruggere il ponte di Boffalora,fu parzialmente distrutta  portandola ad un lento degrado.

Nel 1974, con l’istituzione del Parco e la definitiva abolizione della caccia, cessò totalmente l’attività venatoria. La rinascita della tenuta avvenne a partire dal 1984 quando il Parco del Ticino acquistò gran parte dell’antica riserva per trasformarla gradualmente in un efficiente Centro visitatori.  

La Fagiana è dotata di un piccolo museo allestito con la consulenza scientifica del Museo di Scienze Naturali di Milano e una sala per convegni dotata di tutti gli impianti tecnici necessari a convegni e conferenze.

Tra i percorsi da segnalare quello dedicato ai non vedenti, che si snoda nei boschi della riserva per circa 1500 metri.

Il percorso è attrezzato con indicazioni, segnali e descrizioni che permettono di riconoscere i principali alberi che costituiscono le varie cenosi forestali. Il territorio della riserva è utilizzato dal Parco anche per attività di reintroduzione di specie animali e vegetali.

Due i recinti in cui vengono acclimate alcune specie: quello del capriolo, e il recinto del Progetto Lontra, dotato di feritoie per consentire al visitatore di sbirciare il timido animale senza arrecare disturbo.

Dove: Centro Parco “La Fagiana” di Pontevecchio di Magenta (MI)

Quando: domenica 31 marzo 2013, ore 14.30

Partecipazione: numero minimo di partecipanti: 10 persone. Prenotazione obbligatoria entro sabato 30 marzo. Quota: 13,00 (comprensive di quota associativa/assicurativa a Codibugnolo) – 8,00 per i soci.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 347/8823023 (Roberta), 333/2648723 (Daniela) – e-mail: codibugnolo@hotmail.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.