Milano Manga Festival 2013

L’Arte Manga invade la città: dal 3 maggio al 21 luglio 2013 un doppio appuntamento con la cultura giapponese alla Rotonda di Via Besana con una mostra sui 200 anni di storia dell’arte Manga, e da WOW Spazio Fumetto - Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine Animata, con numerosi eventi collaterali e un focus sugli autori manga indipendenti.

Milano Manga Festival

In vista dell'Expo 2015, in collaborazione con il Comune di Milano, Milano Manga Festival si propone come evento di portata internazionale, capace di attirare visitatori non solo dall’Italia ma da tutta Europa e oltre. Già capitale della Moda e del Design, Milano è la città ideale per un genere trasversale come il Manga che collega arte, cultura e industria.

Nello specifico “200 Anni di arte Manga” curata da Isao Shimizu, riunisce per la prima volta circa 500 tavole di oltre 350 artisti per spiegare e far comprendere al meglio la meraviglia di questo genere d’arte. L’esposizione è suddivisa in due diverse fasi espositive per esigenze conservative di alcuni materiali e per la grande quantità delle opere esposte è distinta in due diverse fasi espositive: I fase, dal 3 maggio al 9 giugno, e II fase dal 13 giugno al 21 luglio con la sostituzione parziale delle opere. Per permettere questa sostituzione, la mostra rimarrà chiusa il 10, 11 e 12 giugno.

Il percorso principale si sviluppa in senso cronologico partendo dal “Manga di Hokusai” (1814). Parallelamente al percorso cronologico il visitatore potrà approfondire sei temi che hanno segnato lo sviluppo dell’arte Manga: il primo è "Manga DNA" con presentazione dei “Manga di Hokusai”, Ukiyo-e e “giapponeserie” che appassionarono l’Europa tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento; il secondo “Dall’adulto al bambino” che presenta il fumetto giapponese anteguerra, le influenze Disney e le opere precedenti Tezuka Osamu. Il terzo è “I segreti della creazione del Manga” che parte dalla produzione di Tezuka Osamu, considerato il “Dio del Manga”fino a presentare lo sviluppo del lavoro del Manga-ka. “L’età delle riviste”, quarto tema, offre una panoramica sulla storia delle riviste: partendo dal 1950, la sezione ne presenta oltre 300 che hanno segnato la storia del Manga. Infine “Il Manga invade il mondo” illustra nuovi generi come lo Shoujo Manga e il sesto tema “Lo sviluppo del Media Mix” mostra altre forme di produzione: anime, film, software per giochi, modellini dei personaggi e così via, in un mercato sempre più vasto.

Il tutto è corredato da una serie di approfondimenti per mettere in evidenza il rapporto tra il Manga e l'alimentazione, il Manga e l'educazione, il Manga e la medicina, il Manga e la musica e il Manga e la moda. Una mostra speciale invece per “Holly e Benji” con uno schermo interattivo, con grafiche variabili per far cimentare il pubblico con ogni possibile tiro in porta e proiezione di anime.

I Manga-ka ospiti del Milano Manga Festival vivranno momenti di incontro con fan, appassionati e specialisti alla Rotonda di Via Besana e a WOW Spazio Fumetto, dove terranno approfondimenti e workshop. Yoichi Takahashi, creatore di “Capitan Tsubasa” sarà il primo ospite del Milano Manga Festival e a metà maggio arriverà direttamente dal Giappone per incontrare i propri fan e i fan del Milano Manga Festival in entrambe le sedi del Festival. Per l’occasione saranno organizzate delle attività didattiche.

WOW Spazio Fumetto - Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine Animata è invece la sede degli eventi collaterali e di una mostra speciale a ingresso gratuito. Dal 15 maggio al 15 giugno, in programma un focus sulla migliore autoproduzione di narrativa visuale nipponica, i doujinshi, i Manga indipendenti che segnano il confine con le culture e le arti d’avanguardia.

Per quanto riguarda gli eventi il 19 aprile ha il via “Storie di Manga”, un ciclo di sei incontri, a ingresso gratuito, che si concluderanno il 22 maggio e che vedranno la partecipazione esperti di storia del manga, della cultura giapponese e personalità del mondo editoriale. Partendo dalla storia del fumetto del Paese asiatico, gli incontri offriranno un’ulteriore chiave di lettura per comprendere gli stretti legami tra Manga e cultura nipponica.

Il lato più accademico del progetto sarà illustrato anche dalla presenza dei professori Isao Shimizu e Osamu Takeuchi, i curatori della mostra "200 anni di arte Manga", che arriveranno in Italia per l’apertura della grande esposizione alla Rotonda di via Besana. Nel pomeriggio del 4 saranno ospiti di WOW Spazio Fumetto dove terranno due lezioni sulla storia del Manga antico e contemporaneo.

Da venerdì 24 a domenica 26 maggio, sempre a WOW Spazio Fumetto, torna la seconda edizione di Japan SunDays. Il festival, dedicato alla cultura giapponese tradizionale e contemporanea, avrà quest’anno un focus sulla città e il tessuto urbano. Associazioni, esperti, appassionati e studiosi saranno protagonisti di dimostrazioni, seminari, workshop, lezioni aperte e altre attività legate alla musica, alla cucina e alle arti nipponiche.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.