Milano - Wired Next Fest

Innovazione, tecnologia e scienza sono tematiche sempre di più attuali e il loro studio è sempre più indispensabile affiché ci sia Progresso. E sono proprio questi i temi caldi della prima edizione del festival culturale Wired Next Fest, in programma dal 30 maggio al 1° giugno a Porta Venezia, nato dalla collaborazione fra il gruppo editoriale Condé Nast e il Comune di Milano.

milano wired next fest

Tre giornate ‘non stop’, dalle ore 10 alle 24, con interviste, lectio magistralis, incontri, confronti fra grandi aziende e startup, live show e performance teatrali (tutte a ingresso libero) negli spazi del Museo di Storia Naturale, del Planetario, nella Wired Dome - Main Stage e nell'Area Fablabe, che saranno allestiti per l'occasione in un villaggio gonfiabile.

Tra gli appuntamenti che vedono oltre centro ospiti, tra cui Carlo Ratti, Stefano Rodotà e Giuseppe Cruciani e altri ancora, potrete vedere il robot iCub, un androide costruito dall'Istituto Italiano di Tecnologia.

Dopo l’inaugurazione giovedì 30 alle ore 10, verso la 11 potrete capire il funzionamento della Galileo's time machine, o potrete trascorrere una Notte tra minerali rari e scheletri di dinosauri al Museo di Storia Naturale il 30 e il 31. Alle 12.30 è previsto l’incontro Crisi economica e finanziaria come opportunità di innovazione e crescita nel quale Carlo Antonelli dialoga con Fabio Gallia; il 31 maggio dalle 10.45 Marco Ferrario e Vincenzo Russi discutono di Editoria digitale e nuovi media, alle 13.45 dello stesso giorno Alta moda a portata di click tratta il caso YOOX, il famoso portale online.

Sabato 1° giugno sono previsti diversi ospiti del mondo dell’arte: alle 11.45 Miltos Manetas è protagonista dell’incontro Intrappolati in un sogno psichedelico, la ketamina e il World Wide Web; alle 20 si parla di Food Design con Martì Guixè. In serata, alle ore 19, Stefano Rodotà interviene in Tecnologia e democrazia: identità e diritti digitali, mentre alle ore 21 Hans Ulrich Obrist intervista Dario Argento.

È inoltre possibile partecipare con le proprie idee, basta inviare una mail in cui si descrive brevemente in poche righe il proprio progetto, verrete contattati in seguito.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.