• Home
  • ARTE
  • La Nostra Africa. Fotografi africani raccontano i progetti di Emergency

La Nostra Africa. Fotografi africani raccontano i progetti di Emergency

Oltre 100 fotografie per raccontare l’Africa di Emergency sono in esposizione fino al 16 giugno al Palazzo della Ragione (piazza Mercanti 1) a Milano.

la nostra africa palazzo della ragione milano

Le fotografie, che verranno in seguito messe all’asta per sostenere i progetti dell’associazione, sono state scattate nei Centri sanitari in Repubblica Centrafricana, Sierra Leone e Sudan da tre giovani fotografi del collettivo Génération Elili quali Arnaud Makalou, Baudouin Mouanda e Khelly Manou De Mahoungou, ai quali Emergency ha chiesto di realizzare un reportage fotografico che ne restituisse la loro particolare visione. Ne risulta oggi un immagine che va al di là della retorica e degli stereotipi, immagini pure, libere che ne descrivono la realtà.

Gli scatti restituiscono un ritratto aderente che ne descrive la bellezza del territorio, una parte di storia del Continente e descrivono come la popolazione vive il prezioso lavoro di Emergency, ed è per questo che sono state scelte le sale del Palazzo trecentesco, importante spazio espositivo tra volumi, architetture e decori che in passato è stato sede del Comune di Milano e successivamente fu reso Archivio notarile, e che ha ospitato anche grandi esposizioni fotografiche come quelle dedicate a Steve McCurry e a Stanley Kubrick.

La mostra “La Nostra Africa. Fotografi africani raccontano i progetti di Emergency nel continente”, oltre a essere a ingresso libero, prevede inoltre un workshop gratuito che si terrà il 6 giugno alle ore 18 con fotografi come Mario Dondero e Francesco Cocco, che hanno collaborato con Emergency, e l’asta a sostegno del Programma regionale di pediatria e cardiochirurgia di Emergency che si terrà il 13 giugno alle ore 18.

Potete visitare l’esposizione il lunedì dalle 14.30 alle 19.30, dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 19.30, e il giovedì dalle 9.30 alle 22.30, ricordate che l’ultimo ingresso è previsto mezz'ora prima della chiusura.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.