Saldi 2013: al via gli sconti estivi!

Killer del prezzo migliore, malati dello shopping compulsivo, disperati alla ricerca dell’outfit perfetto… E' arrivato il vostro momento!!!

Domani giunge il tanto agognato periodo dei saldi estivi!!! Infatti il 6 Luglio sancisce l’inizio dell’Estate per tutti coloro che non la passeranno al mare, ma in giro per negozi alla ricerca del p[r]ezzo perfetto.

La crisi ci renderà, in realtà, forse un po’ più coscienziosi quindi datevi del tempo per capire COSA vi serve, senza farvi venire un attacco di acquisto compulsivo (anche se vi capisco… E' molto più divertente). Prima di uscire scrivetevi un elenco di ciò che desiderate acquistare e una volta in giro andate decisi sui pezzi che avete puntato.

Se l’occhio dovesse essere un po’ ballerino, e quindi vi innamorate di qualcosa fuori dal vostro elenco fate un controllo al vostro budget e chiedetevi se quell’extra può rientrare o no nella spesa, e soprattutto: Vi serve? Vi piace davvero? Il prezzo è equivalente all’uso che ne farete?

In caso una o più delle risposte a questa domanda sia affermativa, mettetevi l’anima in pace e concedetevi quello sfizio in più… Alla fine le bollette a fine mese riuscirete a pagarle!!

Infine Confcommercio ci ricorda alcuni punti da ricordare sugli acquisti in periodo di saldo:

1- CAMBI

I negozianti non sono obbligati a dare la possibilità di cambiare i capi acquistati , a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme (come dice il codice civile all'articolo 1519). In questi casi  il negoziante ha l’obbligo di provvedere o alla riparazione o alla sostituzione del pezzo, e se ciò non fosse possibile dovrà ridurre o risarcire il prezzo pagato. Attenzione!! Il danno va dichiarato entro 2 mesi dall’acquisto.

2- PROVA DEI CAPI

Purtroppo è a discrezione del negoziante permettere la prova dei capi. In questi casi guardate bene cosa state per acquistare, forse è meglio che puntiate a prodotti dal taglio che conoscete e sapete che vi dona…Non è la cosa migliore decidere di sperimentare a scatola chiusa, a meno che non conosciate alla perfezione il vostro corpo.

3- PAGAMENTI

Le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante solo nel caso in cui il punto vendita esponga l'adesivo che attesta la relativa convenzione. Controllate sempre i piccoli negozi, mentre difficilmente le grandi catene vi rifiuteranno una carata di credito. E per sicurezza…portatevi sempre del caro vecchio contante!!

4-PRODOTTI IN VENDITA

In linea di massima i pezzi in saldo devono seguire la stagionalità corrente oltre a seguire la moda attuale e devono subire un notevole ribassamento del prezzo originale. Tuttavia nulla vieta ai negozianti di porre in vendita anche capi appartenenti non alla stagione in corso.  Su questo punto, comunque, è importante ricordare che sconti superiori al 60% e vetrine ricoperte di cartelloni che non mostrano la merce non sempre sono simbolo di una vendita onesta. Inoltre le associazioni dei Consumatori sottolineano che "i prodotti venduti a saldo devono essere di fine stagione, ma dell'anno in corso, e non delle stagioni passate. La merce di risulta o di magazzino non può essere mescolata con i prodotti in saldo, ma dovrà essere venduta separatamente".

5- INDICAZIONE DEL PREZZO

Vige assolutamente l’obbligo da parte  del negoziante di indicare il prezzo originale di ogni pezzo in  vendita, e di seguito la percentuale di sconto con relativo prezzo finale. State attenti ai furbacchioni!!A volte capita che coprano l’etichetta originale con prezzi aumentati e successivamente ribassati. In questi casi andate dal negoziante a chiedere chiarimenti!!

E con questo vi auguro tanto sano Shopping Estivo!!! Io domani sarò pronta ai saldi alla caccia del mio p[r]ezzo perfetto.

Mariarosa Petrungaro

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.