Estate 2013: cosa leggere in vacanza

leggere in vacanzaL’estate è cominciata ormai da un po’ e qualcuno sta iniziando a partire per le vacanze, mentre altri stanno organizzando gli ultimi dettagli per il viaggio delle prossime settimane. È di rito tra i teli da mare, le infradito o i calzettoni e i maglioni scegliere anche un buon libro da portarsi appresso durante le tanto agognate vacanze, perché, in effetti, cosa può essere meglio di un bel libro per fare compagnia sotto il sole o rilassarsi dopo una lunga camminata in montagna?
 
Di seguito vi riportiamo qualche consiglio di lettura e se qualcuno tra questi libri vi aggrada, che aspettate, non resta che leggere!
 
Per gli amanti delle saghe best seller
 
Per coloro che hanno apprezzato Angeli e demoni (2000), Il codice da Vinci (2003) e Il simbolo perduto (2009) di Dan Brown, è imperdibile Inferno, l’ultimo libro della saga con come protagonista il professore Robert Langdon.
 
Lo statunitense Dan Brown, dopo essersi fatto qualche anno fa un bel giretto a Firenze (testimone una mia amica che lo ha visto mentre visitava gli Uffizi), ha deciso di ambientare il suo sesto romanzo proprio nella citta del Ponte Vecchio. Il lungo thriller (528 pagine) inizia con l’amnesia del protagonista e misteri legati alla figura di Dante Alighieri e alla sua maschera mortuaria, per proseguire poi incalzante tra intrighi, bellissimi scorci della città di Firenze e gite fuori porta (a Venezia e Istanbul).
 
Perché non puntare sul sicuro con un romanzo di qualità?
 
Khaled Hosseini, che ci ha insegnato già con i suoi libri precedenti (che si leggono davvero d’un fiato) ad amare l’Afghanistan e la sua cultura, torna con E l’eco rispose, suo terzo romanzo.
 
Dopo il successo de Il cacciatore di aquiloni (2003), che è stato un caso letterario internazionale e best seller per oltre 5 anni, e Mille splendidi soli (2007) che ha confermato il suo talento, l’autore di Kabul propone un racconto di viaggio e di famiglia che traporta nella profondità e difficoltà dei legami umani.
 

Se si vuole portare un po’ di Milano anche in vacanza

Andare in vacanza non significa solo staccare dal quotidiano ma anche ripensare alle proprie giornate e ricordare alcuni avvenimenti, magari facendosi una risata, magari cercando il senso di alcune situazioni che si sono vissute. Per chi, milanese e non, vuole rivivere la quotidianità, anche con un po’ di ironia, il libro giusto per l’estate è La vita è una schiscetta. Avventure di ogni giorno raccontate anche in milanese di Giorgio Guaiti.
 
Il libro raccoglie gli articoli di costume che negli anni il giornalista ha scritto per la rubrica Specchio Segreto de Il Giorno e racconta la Milano di un tempo e di oggi con uno sguardo capace di far riaffiorare i ricordi dei milanesi e di incuriosire chi nella città è arrivato anche da lontano.
 
 
Un salto nella letteratura al femminile
Marcela Serrano ha appassionato migliaia di lettrici nel mondo con la sua prosa carica di sensibilità e femminilità. L’autrice cilena ha infatti dato vita a personaggi femminili che non solo rispecchiano la donna moderna, ma descrivono i tratti di ogni donna di ogni tempo.
L’autrice torna quest’anno alla ribalta con Adorata nemica mia, un libro che raccoglie venti racconti di donne che racchiudono in sé un buono spettro dell’universo femminile: ci sono donne coraggiose e donne fragili, intellettuali e casalinghe, storie dolci e storie drammatiche.
Quelle che narra la Serrano sono storie di donne, ma non necessariamente solo per donne. Le sue doti di narratrice sono in grado di coinvolgere anche chi al gentil sesso non appartiene e, chissà, magari anche di insegnargli qualcosa in più sulla psicologia femminile.
 

Concediamo uno spazio anche a una lettura di nicchia
Per Aristotele la catarsi poetica è un momento di liberazione dal dolore che si scioglie nel dramma della tragedia, nel momento più cupo e apparentemente senza vie di fuga. Questo è lo spirito dal quale nascono le poesie raccolte nel libro Le Negazioni. Trentasei pezzi.
I diciotto autori fanno parte del Nucleo Negazioni, un gruppo di controcultura nato su facebook dall’interesse condiviso per la cultura underground e la scrittura e che ha dato origine alla fanzine autoprodotta Negazioni.
Il libro raccoglie trentasei poesie di autori differenti, ma uniti da una comune spinta alla dissacrazione degli stereotipi in favore della ricerca di modi differenti per affrontare gli ostacoli, il dolore, la vita stessa.
 
 
Una lettura da… brivido!
Da quando ha deciso di fare del siciliano Commissario Montalbano il protagonista della sua saga di gialli (iniziata precisamente nel 1994 con La forma dell’acqua), Andrea Camilleri non ha sbagliato un colpo e ormai raccoglie un successo dietro l’altro.
I libri eleganti della Sellerio dalla copertina blu ormai rappresentano il suo marchio di fabbrica (un po’ come il giallo Adelphi per i libri della saga di Maigret di Simenon) e la voracità dei lettori è tale che dai libri sono nate più serie televisive.

Il nuovo libro di Camilleri, Un covo di vipere, è anch’esso già un bestseller e si caratterizza per tinte noir che arricchiscono il dramma psicologico sul quale viene costruita la trama.
 
 
Un romanzo-inchiesta per scoprire qualcosa di più sul quotidiano
Per gli amanti delle letture impegnate e che quest’anno ancora non sono riusciti a leggerlo è impossibile non leggere l’ultimo libro di Roberto Saviano, ZeroZeroZero, in cui lo scrittore si occupa del traffico di cocaina.
Questo libro segna un momento importante per l’autore napoletano, anche solo per il fatto che proprio per presentarlo, Saviano è tornato per la prima volta dopo molti anni (dal tempo di Gomorra, 2006) nella sua città natale, Napoli appunto.
 
 
Buona lettura e buone vacanze!
 
 
Leggi anche:

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.