Redditometro 2013: pronti, partenza, via

finanzaSmaltiti pranzi e cene ferragostane, spenti i fumanti barbecue, ecco che gli italiani tornano a timbrare il cartellino (chi ancora un posto di lavoro è riuscito a conservarlo!!) con un assillo in più: l'agenzia delle entrate  spulcerà redditi dichiarati e spese sostenute a partire dal 2010 per capire se il giubbino in pelle acquistato lo scorso Natale ve lo potevate permettere o meno! Nessuna giustificazione quindi, nessun maialino di ceramica rotto per l'occasione potrà salvarvi, molto probabilmente siete dei provetti evasori!!

E' quindi partito il conto alla rovescia, l'Agenzia delle Entrate ha dato il via al nuovo Redditometro, lo strumento per combattere il famigerato "nero" e terminato un breve periodo di prova e rodaggio, entrerà a regime il controllo incrociato tra redditi dichiarati e consumi che il sistema, collegato automaticamente con i centri elaborazione dati di banche, esercenti, carte di credito, ecc,  farà scattare l'attenzione e gli accertamenti in automatico se  tra spese sostenute e redditi dichiarati vi è un divario del +20%.

Attenzione dunque agli spendaccioni che vivono sopra la soglia del proprio reddito, ora il fisco forse vi farà spendere in modo oculato i vostri soldi... a suon di ... sanzioni!!!! Se abitate a Milano però, forse, potete dormire più tranquilli... la provincia milanese è quella a minor rischio evasione.

Tra le voci di spesa rilevanti ai fini del redditometro e quindi nel mirino:

Alimentari: bevande, abbigliamento e calzature.

Casa: canone di locazione, mutuo, consumi energetici (acqua-gas-enel e riscaldamento), costi condominio, manutenzione ordinaria, acquisto di arredi ed elettrodomestici, altri beni e servizi per la casa (biancheria, detersivi, pentole, lavanderia e riparazioni), collaboratori domestici.

Sanità: conteggiati medicinali e visite mediche.

Trasporti: Spese per assicurazioni auto, incendio e furto, bollo auto, moto, caravan, camper, minicar, imbarcazioni e aeromobili; pezzi di ricambio, olio e lubrificanti, carburanti, manutenzione e riparazione, biglietti tram, autobus, taxi e altri trasporti.

Telefonia: Calcolate le spese per l'acquisto di cellulari e le spese per il telefono.

Istruzione: Sotto controllo anche libri scolastici, tasse scolastiche, rette e simili per asili nido, scuola per l'infanzia, scuola primaria, secondaria, corsi di lingue straniere, corsi universitari, tutoraggio, corsi di preparazione agli esami, scuole di specializzazione, master, soggiorni studio all'estero.

Tempo libero: Controllati anche gli acquisti per i giocattoli, radio, televisione, hi-fi, computer, libri in genere, giornali e riviste, dischi, cancelleria, abbonamenti radio, televisione e internet, lotto e lotterie, piante e fiori, riparazione di radio, televisore, computer; abbonamenti pay-tv; attività sportive, circoli culturali, circoli ricreativi, abbonamenti eventi sportivi e culturali; giochi online; cavalli; animali domestici.

Altro:  La mannaia del fisco verificherà anche assicurazioni danni, infortuni e malattia, contributi previdenziali obbligatori, barbiere, parrucchiere e istituti di bellezza; prodotti per la cura della persona; centri benessere; argenteria, gioielleria, bigiotteria e orologi; borse, valige ed altri effetti personali; onorari a liberi professionisti; alberghi, pensioni e viaggi organizzati; pasti e consumazioni fuori casa; assegni periodici corrisposti al coniuge.

Investimenti: Analizzate anche tutti gli investimenti personali come polizze assicurative (investimento, prudenza, vita), contributi previdenziali volontari, azioni, obbligazioni, conferimenti, finanziamenti, capitalizzazioni, quote di partecipazione, fondi d'investimento, derivati, certificati di deposito, pronti contro termine, buoni postali fruttiferi, conti di deposito vincolati, altri titoli di credito, altri prodotti finanziari valuta estera, oro, numismatica, filatelia; oggetti d'arte o antiquariato; manutenzione straordinaria delle unità abitative; donazioni ed erogazioni liberali.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.