• Home
  • CRONACA
  • Vigilante riconosce e arresta le tre ladre di via Monte Napoleone

Vigilante riconosce e arresta le tre ladre di via Monte Napoleone

donne-nomadi-arrestate-per-furto-in-via-monte-napoleoneVenerdì 20 settembre tre donne nomadi sono state arrestate in una via del centro di Milano con l'accusa di furto aggravato. La guardia giurata che le ha riconosciute, aveva guardato precedentemente con attenzione il video registrato nel negozio dove era stato commesso un furto mercoledì pomeriggio, poco prima delle 16 e 30. Le telecamere a circuito chiuso avevano ripreso tutta la scena: siamo nel negozio di scarpe Zanotti Design e fra le clienti interessate a provare le scarpe, ci sono tre donne nomadi: una è incinta, un'altra porta con sè un bimbo di pochi mesi. Una delle tre, con aria indifferente, afferra la borsa di una ricca turista cinese di 39 anni - che l'ha appoggiata sul pouf che ha accanto - la nasconde fra le borse che tiene in mano e esce indisturbata dal negozio. La vittima del furto un attimo dopo si accorge che sul pouf non c'è più la sua borsa e dà l'allarme, ma ormai è troppo tardi e le tre nomadi si sono già dileguate col ricco bottino. Nella borsa rubata - che costa 9 mila euro - ci sono 2 iPhone, 10 mila euro, un borsellino che vale 7 mila euro e altri oggetti di lusso. 
Le tre donne - che poi si saprà abitano nel campo nomadi di Monte Bisbino - sono tornate in via Monte Napoleone due giorni dopo, appunto venerdì 20 settembre, ma questa volta è stato impedito loro di rubare. Il vigilante le ha subito riconosciute e con l'aiuto dei colleghi le ha arrestate vicino alla boutique di Versace.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.