• Home
  • CRONACA
  • Sgominata una baby gang nella zona sudovest di Milano

Sgominata una baby gang nella zona sudovest di Milano

La Polizia ha arrestato quattro ragazzi, tre diciassettenni (due dei quali gemelli) e un diciottenne, per una serie di pestaggi avvenuti nei mesi scorsi.polizia baby gang baggio

La baby gang agiva nella zona sudovest della città e aveva la propria base in Via Creta, nel quartiere tra le vie Inganni, Primaticcio, Bisceglie e Legioni Romane. Le aggressioni erano tutte caratterizzate da una forte dose di violenza, probabilmente ricavata da telefilm e videogiochi amati dai piccoli delinquenti. La gang ha firmato una decina di aggressioni, tre delle quali hanno preoccupato gli inquirenti, visto che sono stati presi di mira un ragazzino ebreo, un clochard e un gay. L’omosessuale, un uomo di 50 anni disabile al settanta per cento, è stato ripetutamente insultato dalle finestre del suo appartamento, preso a botte e rapinato, tanto da costringerlo a non uscire di casa per mesi per la paura, fino alle rassicurazioni della Polizia.

I ragazzi, tutti italiani, dopo aver pestato le vittime, le rapinavano e si facevano fotografare con il bottino: le immagini venivano, poi, caricate su Facebook insieme a frasi razziste. La Polizia ha, però escluso una matrice politica di estrema destra preferendo puntare sul bullismo di periferia. Le indagini sono iniziate nel maggio scorso, quando la banda, davanti a un kebab in Via Forze Armate, aggredì brutalmente e rapinò un gruppo di coetanei di origine eritrea, membri di un gruppo hip hop.

I giovani di origine africana erano stati picchiati a calci, pugni e colpi di casco anche una volta a terra ed erano stati trasportati in ospedale con un mese di prognosi. Secondo gli inquirenti, la causa scatenante sarebbe legata a questioni musicali: le tre vittime avevano firmato contratti con alcune case discografiche, mentre uno degli arrestati, aspirante cantante, non riusciva a sfondare. Pochi giorni prima della brutale aggressione, la banda aveva rincorso i ragazzi all’interno di una farmacia, dove erano stati protetti dal personale e dall’arrivo di una Volante della Polizia.

Sempre a maggio, la banda era giunta fino in Centro e, all’Arco della Pace, aveva picchiato un clochard e alcuni ragazzi che avevano cercato di difenderlo, vantandosi per il fatto che Baggio fosse arrivata fino al Sempione, come ha gridato uno dei gemelli alle vittime.

La banda era composta da circa quindici persone. Ora si dovranno identificare gli altri dieci – undici ragazzi facenti parte del gruppo di Via Creta. Di certo si sa che l’accusa è per lesioni e rapina.

 

Stefano Malvicini 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.