• Home
  • BENESSERE
  • Cosmetici, Bio Cosmetici, Eco Bio cosmetici: caratteristiche

Cosmetici, Bio Cosmetici, Eco Bio cosmetici: caratteristiche

biocosmesiProdotti cosmetici: cosa contengono?

Pensiamo al prodotto cosmetico come la realizzazione di una ricetta. La ricetta prevede l’utilizzo di vari ingredienti. E’ ovvio che le ricette usate per la produzione dei prodotti (esempio un rossetto) non sono tutte uguali, altrimenti avremmo lo stesso prodotto cosmetico in tutti i negozi. Cerchiamo di capire come sono realizzate le ricette e quali ingredienti possono esservi inclusi.
Prima di tutto, le sostanze che possono o non possono essere presenti nella composizione di un prodotto cosmetico sono stabilite ed elencate negli allegati della legge 16 ottobre 1986, n.713. Questi allegati contengono:
1) Elenco delle sostanze vietate, vale a dire che non possono essere aggiunte alla composizione del prodotto;
2) Elenco delle sostanze il cui utilizzo è consentito solo in determinate quantità;
3) Elenco delle sostanze ammesse, cioè che possono entrare a far parte della formulazione di un prodotto cosmetico.
Dando un’occhiata a questi allegati ci faremo già un’idea generale degli ingredienti che dobbiamo assolutamente accertare che non siano presenti nel prodotto cosmetico che abbiamo davanti.

 



Cosmetici Bio ed Eco Bio: perché sono diversi

Da un po’ di tempo a questa parte i cosmetici Bio sono entrati sul mercato con successo. In cosa si differenziano dai normali prodotti cosmetici?
Resta sottinteso che la lettura della lista ingredienti rappresenta sempre il punto di riferimento per la scelta del consumatore. Chi si tratti di un cosmetico Bio, di un cosmetico Eco Bio, di un cosmetico naturale, di un qualsiasi altro cosmetico, il consumatore deve avere la consapevolezza del contenuto del prodotto (in termini di ingredienti), e della filosofia dell’azienda produttrice. Una delle differenze si può dedurre dal termine Bio, che allude al ricorso alla coltivazione biologica. La cosmetica Bio, la cosmetica Eco Bio, oltre a escludere dalla lista ingredienti i derivati del petrolio e i derivati industriali, prestano attenzione anche all’imballaggio del prodotto cosmetico (flaconi, barattoli, scatole ecc.), in modo che abbia un basso impatto ambientale cioè che riduca al minimo la possibilità di inquinamento, che sfrutti materie prime provenienti da zone certificate, che rispetti il più possibile l’ambiente. Le materie naturali utilizzate provengono da coltivazione biologica, coltivate quindi senza ricorrere all’uso di pesticidi o sostanze tossiche.
Scegliere o no questi prodotti è un fatto spesso dettato delle inclinazioni personali verso un certa filosofia di vita. Sicuramente un prodotto ottenuto senza sperimentazioni animali, senza l’uso di sostanze dannose per l’ambiente, senza lo sfruttamento incontrollato dell’ambiente stesso, è da preferire rispetto agli altri.

Conclusioni

La conoscenza ci permette di capire quali sono i prodotti cosmetici meritevoli di essere acquistati. Non si dovrebbe lasciare solo al marketing la facoltà di invogliarci ad acquistare un prodotto.

 

Leggi anche:

Prodotti cosmetici: consigli per l'acquisto

Scrub: quando utilizzarlo e come farlo in casa

 

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.