• Home
  • CRONACA
  • Regolamentazione gioco d'azzardo: sindaci in prima linea

Regolamentazione gioco d'azzardo: sindaci in prima linea

slot-machine-milanoDomani 9 ottobre 2013 sarà presentata la proposta di legge di iniziativa popolare per la regolamentazione del gioco d'azzardo a tutela della salute degli individui che darà il via ufficiale alla raccolta firme che partirà in tutti gli oltre 315 comuni di Italia che hanno già sottoscritto il “Manifesto dei sindaci contro il gioco d'azzardo” - promosso da Terre di mezzo e Legautonomie.

Gli articoli della legge quadro di iniziativa popolare sono 22 e vogliono sottolineare gli aspetti più problematici del gioco d’azzardo: una reale tutela per le fasce deboli e vulnerabili della società ed effettivi impedimenti di gioco per i minori, contrasto all'infiltrazione mafiosa, all'evasione fiscale, trasparenza dei flussi di denaro, forte regolamentazione dei messaggi pubblicitari,  prevenzione e cura reali per le persone affette da G.A.P. - Gioco d'azzardo Patologico.

Si chiede, soprattutto, che i sindaci abbiano potere di decisione sull'apertura di sale da gioco, proprio perché è compito primo del sindaco la salvaguardia e lo sviluppo del benessere dei propri cittadini, che conoscendo meglio il territorio può scegliere con più attenzione dove e come consentire la pratica del gioco.

Il gioco d'azzardo è una vera e propria malattia: sono circa 32milioni i giocatori di azzardo, oltre il 54% della popolazione, 3milioni sono a rischio patologico, circa 800mila i giocatori già patologici.

E' giusto quindi proporre fermamente di mettere in atto dei freni alla piaga sociale del terzo millenio.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.