• Home
  • CRONACA
  • Prelievo forzoso sui conti correnti 2013: una bufala

Prelievo forzoso sui conti correnti 2013: una bufala

euroUna notizia che se fosse vera farebbe accapponare la pelle!  A divulgare per primo la notizia è il quotidiano belga L’Echo che riporta di una proposta contenuta in un documento intitolato "Proposte del FMI sulla crisi fiscale" dove Christine Lagarde che attualmente dirige il FMI dopo essere succeduta al connazionale Dominique Strauss-Kahn, avrebbe avanzato l'idea di prelevare in modo temporaneo il 10% del risparmio privato nei 15 paesi dell' eurozona per poter combattere i problemi di sostenibilità del debito pubblico.

Una notizia che se indurrebbe migliaia di italiani ed europei alla corsa al prelievo così come è accaduto in Grecia lo scorso anno e anche a Cipro prima che le banche stesse rendessero inservibili i propri sportelli bancomat, bloccandoli per diversi giorni.

Nel frattempo in una nota il Fondo monetario internazionale smentisce le indiscrezioni pubblicate nei giorni scorsi anche dal Wall Street Journal a proposito di una presunta proposta su un prelievo dei capitali una-tantum a tutti i conti correnti dei 15 Paesi dell'area euro.

Dopotutto, una decisione di tale portata non è sotto la giurisdizione del FMI ma dovrebbe essere presa dai governi nazionali in quanto il Fondo monetario internazionale non ha l'autorità di imporre nulla agli Stati.

In Italia purtroppo lo ricordiamo bene, un prelievo forzoso sui conti correnti lo abbiamo subito sotto il governo Amato all'inizio degli anni Novanta.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.