Andy Warhol a Palazzo Reale

“Non pensare di fare arte, falla e basta. Lascia che siano gli altri a decidere se è buona o cattiva, se gli piace o gli faccia schifo. Intanto mentre gli altri sono lì a decidere tu fai ancora più arte”.

warholpalazzoreale

Questa è una delle frasi più note di Andy Warhol, eccentrico pittore noto a tutti ma anche scultore, regista, produttore cinematografico, direttore della fotografia, attore, sceneggiatore, montatore e testimonial pubblicitario. Senza dubbio Warhol non ha perso tempo a decidere se fare arte, l’ha fatta e basta diventando il padre della Pop Art, il movimento artistico più celebrato del XX secolo.

Dal 24 ottobre 2013 al 9 marzo 2014 le sale del Palazzo Reale a Milano ospiteranno per la prima volta una mostra dell’artista statunitense. L’attesissimo evento, al centro della programmazione dell’Autunno Americano iniziato con la mostra Pollock e gli Irascibili, è curato da Peter Brant appassionato collezionista di opere contemporanee americane. Accettando l’invito di portare a Milano la propria collezione Brant ha dichiarato “Sono molto onorato di avere questa opportunità anche perché Andy sarebbe stato felice di tornare a Milano una città che lo amava e che lui amava e gli era rimasta profondamente nel cuore”.

Di tutta risposta il sindaco Pisapia: “Milano riconosce se stessa nel pensiero di apertura di Warhol che pur rimanendo profondamente ancorato all’identità americana ha parlato al mondo. La nostra città oggi, ne siamo certi, sarebbe piaciuta al maestro”.

Warhol ritratto di Marilyn La mostra vanta 160 opere, dai primi disegni dell’artista per finire con i capolavori come il Cenacolo di Leonardo, passando per gli autoritratti, i divi del cinema e le popolari bottiglie di Coca Cola. Assolutamente da non perdere il celebre ritratto di Marilyn che mostra in mezzo agli occhi il segno restaurato di un colpo di pistola sparato da un’amica dell’artista. Una vera e propria officina di icone immerse nella cultura di massa americana degli anni ’60 e ’70, ma ancora molto attuali nella società dell’immagine del nostro secolo. La tecnica della ripetizione della figura, anche diversa e talvolta persino snaturata, ha dettato il carattere di Andy Warhol rendendolo riconoscibile e facendolo entrare a pieno titolo nella storia dell’arte mondiale.

Milano si vanta di una posizione centrale all’interno di un grande circuito d’arte moderna, accogliendo le opere dell’artista dal 24 ottobre 2013 al 9 marzo 2014 che proseguiranno poi per il prestigioso museo LACMA di Los Angeles. In contemporanea anche il Palazzo Blu di Pisa dal 12 ottobre 2013 al 2 febbraio 2014 rende omaggio all'artista con 150 opere provenienti dall’Andy Warhol Museum di Pittsburgh.

Informazioni:
Palazzo Reale
piazza Duomo, 12 - Milano
Orari:
Lunedì: dalle ore 14:30 alle 19:30
Martedì, mercoledì, venerdì, domenica: dalle ore 9:30 alle 19:30
Giovedì e sabato: dalle ore 9:30 alle 22:30
Biglietti:
Intero: 11 € (audioguida inclusa)
Ridotto: 9,50 € (audioguida inclusa)
Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.