• Home
  • TEATRO
  • La Prima della Scala di Milano: in vendita i biglietti per La Traviata di Giuseppe Verdi

La Prima della Scala di Milano: in vendita i biglietti per La Traviata di Giuseppe Verdi

Con La Traviata di Giuseppe Verdi, si inaugura il Cartellone della Stagione 2013/2014 del Teatro alla Scala di Milano (in Piazza Scala). L'opera in tre atti di Giuseppe Verdi, parte della Trilogia, la cui prima rappresentazione avvenne al Teatro La Fenice di Venezia il 6 marzo 1853, è tratta dalla pièce teatrale di Alexandre Dumas (figlio) La signora delle camelie.

prima-della-scala-milano-traviata-giuseppe-verdiAtto I. Siamo in una Parigi della metà dell' Ottocento. Durante una festa a casa sua, a Violetta Valéry, la cortigiana protetta dal suo amante abituale, il Barone Duphol il nobile Gastone presenta il suo giovane amico Alfredo Germont. Sebbene l'attenzione che la donna nutre nei confronti del giovane non sfugge a Duphol, mentre Violetta e Alfredo danzano, lui le dichiara il suo amore e Violetta gli dona una camelia. La giovane è innamorata per la prima volta ma rivedrà Alfredo solo quando la camelia sarà appassita.

Giungiamo al II Atto. Violetta e Alfredo si ritirano in una villa di campagna, dove vivono felici. Alfredo scopre grazie alla cameriera Annina che Violetta sta vendendo i suoi beni a causa di problemi economici e si precipita a Parigi per procurarsene. Violetta, rifiuta un invito alla festa della sua amica Flora, quando riceve la visita di Giorgio Germont, padre di Alfredo, che l'accusa di condurlo alla miseria, intimandole di lasciarlo. La donna gravemente ammalata di tisi, scrive al barone e poi ad Alfredo per lasciarlo. Violetta riappare a una festa con Duphol, che vorrebbe sfidare Alfredo, il quale insultando indirettamente Violetta, scatena l'ira del barone, che lo sfiderà ad una partita di carte, durante la quale il barone perderà. Violetta per farlo andare via, dichiara ad Alfredo di essere innamorata del barone, il quale indignato, la tratta da prostituta. Arriva suo padre che pur non svelandogli la verità, lo rimprovera dell'accaduto.

Giungiamo al III atto. La salute di Violetta peggiora e il dottor Grenvil rivela ad Annina che Violetta è in fin di vita. Le giunge una lettera di Germont, che la informa dell'aver spiegato tutto al figlio, il quale sta tornando da lei. Alla fine Alfredo è lì, che l'abbraccia e le promette di portarla lontano da Parigi; vi è anche suo padre profondamente pentito. Violetta dona al suo amato un medaglione con la sua immagine affinchè non si dimentichi di lei. Morirà di lì a poco.

I biglietti per lo spettacolo del 7 dicembre sono già in vendita; tra questi il Comune di Milano ha deciso di mettere in vendita alcuni riservati all'Amministrazione Cittadina in occasione della Prima, il cui ricavato, verrà devoluto a favore di progetti di utilità sociale.

Con la direzione di Daniele Gatti, la regia e scene di Dmitri Tcherniakov e un cast composto da: Diana Damrau (Violetta Valery), Giuseppina Piunti (Flora Bervoix), Mara Zampieri (Annina), Piotr Beczala (Alfredo Germont), Željko Lučić (Giorgio Germont), Antonio Corianò (Gastone), Roberto Accurso (Barone Douphol), Andrea Porta (Marchese d'Obigny), Andrea Mastroni (Dottor Grenvil), Nicola Pamio (Giuseppe), Ernesto Petti (Domestico di Flora) e Ernesto Panariello (Commissionario).

Leggi anche:

Verdi Otello e Falstaff

Verdi Stiffelio e I Vespri Siciliani

Verdi Nabucco Macbeth e I Masnadieri

Pin It