• Home
  • EVENTI
  • Nickelback: il Rock che coinvolge Milano

Nickelback: il Rock che coinvolge Milano

 E’ il 29 ottobre, data unica della tappa italiana dell’Hits Tour del celebre gruppo canadese, i Nickelback, e il Mediolanum forum di Assago è SOLD OUT.

Gli spalti gremiti fino alla sommità e il grande popolo del parterre incutono un sacro timore, quello che si addice ad ogni grande evento.

Prendo posto e, con il frustrante ritegno del ruolo, inizio a pasticciare con lo smartphone, inviando qualche scatto del Forum, leggendo qualche anteprima sul net.

Non mi vergogno nel dire di aver letto articoli e premesse eccezionali, cioè recensioni della Rock Band scritte con eccellente padronanza del verbo musicale. In quel momento, spettatore n° 12.999 del Mediolanum Forum, penso alla differenza tra scrivere un articolo di musica e vivere di musica e vi penso con un po’ d’invidia.

Quando gli Skillet salgono sul palco per “scaldare” il popolo milanese e introdurre i Nickelback, sento un brivido scorrermi nella schiena e per un attimo rivaluto il pensiero di cui poco fa parlavo.

Quando finalmente i fratelli Kroeger & Co montano sul palco, un boato fa tremare il suolo. L’adrenalina è a mille e il popolo milanese accoglie i Canadesi in marcia trionfale, nuovamente in Italia, in un Paese che li attende ormai da parecchi anni.

Brindano con noi, cantano con noi, vivono questa lunga notte con noi tutti.

Ricordo quello che un amico musicista mi disse un giorno. Parlavamo di musica, quando mi chiese un’opinione. Io, in imbarazzo, dissi che la pensavo in una certa maniera, ma che era un’impressione, non certo una valutazione da “esperto”. Sapete cosa mi rispose? Mi disse che siamo tutti parte della Musica: chi fa musica, chi la studia e chi la ascolta.

Questa notte, con le braccia al cielo, mi guardo intorno e vedo 13.000 persone che probabilmente non sanno spiegare se quello che sentono è Hard & Heavy Metal, se avvertono qualche sfumatura pop, non saprebbero dire cos’è il post-grunge derivativo o se l’amata Someday richiama il genere della rock ballad, eppure sento 13.000 persone che cantano a squarcia gola quasi tutte le tracce della SetList.

Il popolo milanese salta, vive, ama, brinda questa notte. Forse allora non c’è solo il classificare, l’etichettare tutto quello che vediamo e sentiamo per dire di conoscerlo veramente. Forse c’è un modo più antico e primordiale per apprendere: lasciare che sia la musica, suprema forma di comunicazione, a parlare.


Il Rock dei Nickelback, in fatto di comunicazione, rules.

Cinquanta milioni di dischi venduti. Negli States, dietro solo ai Beatles per copie distribuite. I Nickelback vedono il loro successo decollare definitivamente dopo la hit How you remind me, prodotta nel 2001, e seguita da cinque dischi che si guadagnano i primi posti delle charts di US e UK.

Il palco esplode di effetti speciali e giochi di luce studiati nei dettagli che ci rendono partecipi di un concerto Rock nel midollo: egocentrico, esibizionista, potente.
Assolutamente, una performace da godersi fino alla fine.

 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.