• Home
  • MOSTRE
  • Enrico Baj e i suoi anni Cinquanta alla Fondazione Pomodoro

Enrico Baj e i suoi anni Cinquanta alla Fondazione Pomodoro

enrico-baj-fondazione-arnaldo-pomodoro-mostre-milanoLa Fondazione Arnaldo Pomodoro presenta: Bambini, Ultracorpi e altre storie una mostra dedicata al grande artista Enrico Baj, scomparso dieci anni fa; curata da Flaminio Gualdoni in collaborazione con la moglie del maestro, Roberta Cerini Baj, l'esposizione si propone di celebrare il genio nei suoi primi anni di attività artistica. 

È allestita nella nuova sede milanese della Fondazione, situata in via Vigevano 9, all'interno di un grazioso cortile, inserito nell'incantevole cornice di Vicolo Lavandai. Lo spazio, raccolto e accogliente, è ideale per ospitare una piccola selezione di opere: quelle emblematiche di un decennio.

L'attenzione è rivolta agli anni Cinquanta, periodo giovanile della lunga carriera di Baj e vivacissimo per lo sviluppo della sua poetica. La decade si apre con la nascita del Movimento Nucleare, 1951; prosegue con la partecipazione al Mouvement International pour un bauhaus imaginiste, 1954; e si conclude con il Manifesto contro lo stile del 1957. 

Al centro della sala espositiva una preziosa selezione di fotografie, lettere e pagine di giornale documentano la fitta rete di scambi e relazioni del maestro con altri artisti tra cui Colombo, Dangelo, Lucio Fontana, Jorn, Yves Klein, Piero Manzoni (di alcuni di loro è possibile ammirare opere realizzate in collaborazione). I documenti testimoniano anche le realizzazioni dell'artista in campo editoriale, ricordiamo le riviste Il Gesto e Direzioni.

Alle pareti, le opere, nelle quali ritroviamo la chiave ironica, l'impegno politico e la pura creatività, espressa nell'accostare i più disparati materiali. Dai primi dripping del Movimento Nucleareespressioni di un'angoscia atomica, nel precario equilibrio della guerra fredda, ai collages polimaterici dove frammenti metallici, stoffe, colore si sposano in figurazioni ludiche dai risvolti politico-sociali.

Anna Curci

 

Enrico Baj. Bambini, ultracorpi & altre storie

Dal 24 settembre al 20dicembre 2013

Fondazione Arnaldo Pomodoro 
Vicolo Lavandai 2/a – 20144 Milano (ingresso da via Vigevano 9) Milano 
Orari: dal mercoledì al venerdì, dalle 16 alle 19 
Ingresso libero, previo accredito.

Leggi anche:

 

Identità artefatte. L'empatia degli sguardi nei dipinti di Dario Ballantini

Dalla Fondazione Stelline all'Accademia di Brera: Josef Alberts a Milano

Il genio di Raffaello a Palazzo Marino: la “Madonna di Foligno” in Sala Alessi fino a gennaio

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.