• Home
  • MOSTRE
  • Canova, l’ultimo capolavoro alle Gallerie d’Italia

Canova, l’ultimo capolavoro alle Gallerie d’Italia

Il polo museale delle Gallerie d’Italia in Piazza della Scala a Milano ospita la mostra “Canova, l’ultimo capolavoro. Le metope del Tempio”. Sei bassorilievi in gesso provenienti in origine dalla Gipsoteca Canoviana di Possagno (Treviso), casa e in seguito museo dell’artista: Antonio Canova (1757-1822), il più grande scultore del Neoclassicismo.

mostrametopecanova1Lo studio della documentazione ha permesso di identificare nei suddetti pannelli, freschi di restauro e abitualmente conservati presso le Gallerie dell’Accademia di Venezia, i modelli originali per le prime delle trentadue metope destinate a scandire il fregio che Antonio Canova intendeva realizzare per il pronao del Tempio di Possagno: un edificio maestoso, che l’artista ideò ispirandosi all’architettura del Partenone e del Pantheon. Lo scultore iniziò a lavorare ai modelli delle metope alla fine del 1821, per poi inviarli all’Accademia di Venezia affinché i migliori allievi li traducessero in marmo.
 
I bassorilievi, omaggio al capitolo conclusivo della produzione artistica di Antonio Canova, testimoniano il lavoro continuo e gravoso profuso dallo scultore nelle sue opere: capolavori che non si originavano mai dal trattamento diretto e istintivo del marmo, ma soltanto in seguito a uno studio accurato e preciso. Dal disegno all'argilla, dal gesso al marmo: i modelli in gesso si ottenevano con la colata su "negativo", ottenuto dalla precedente opera in argilla; poi l’artista commissionava i suoi allievi per la realizzazione, e solo a opera conclusa Canova li rifiniva di persona, levigandoli e dandovi la forma con le ombreggiature.
 
I temi trattati sono spia di un rinnovato interesse, accanto agli onnipresenti motivi classici, per i temi biblici e cristiani che Antonio Canova osservò dall’arte medievale per poi filtrarli attraverso il suo gusto personale. Purtroppo nell’anno seguente la morte improvvisa impedì al “novello Fidia” di realizzare il suo grande progetto. 

mostrametopecanova2

Con i sei bassorilievi del Tempio sono in mostra sette disegni preparatori, provenienti dal Museo Civico di Bassano del Grappa e da relazionare con le metope stesse.

La mostra trova una sede ideale nelle sale della sezione “Da Canova a Boccioni” delle Gallerie d’Italia di Piazza Scala: sede museale, parte della rete di poli museali di Intesa Sanpaolo, propone un’area di servizi con bookshop e caffetteria che si affacciano su Piazza Scala, aperti tutti i giorni, dalle 8.00 alle 22.30.

L’esposizione è organizzata da Intesa Sanpaolo in partnership con la Soprintendenza Speciale PSAE e per il Polo Museale della città di Venezia e dei Comuni della Gronda lagunare e in collaborazione con la Fondazione Cariplo. La mostra sarà ospitata al Metropolitan Museum of Art di New York dal 20 gennaio al 27 aprile 20.

Canova. L'ultimo capolavoroLe metope del Tempio
Dal 3 ottobre 2013 al 6 gennaio 2014

Gallerie D'Italia
piazza della Scala, 6 Milano
Da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.30)
Giovedì dalle 9.30 alle 22.30 (ultimo ingresso 21.30). Lunedì chiuso
Ingresso libero 

Leggi anche:

Costantino e l'Editto di Milano: armi e armature dal tardo Impero.

Mostra Da Gerusalemme a Milano. Imperatori, filosofi e dei alle origini del Cristianesimo

Il Quarto Stato come non l’avete mai visto. Dieci anni di ricerca in mostra al Museo del Novecento

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.