Inter-Milan: domenica il derby n°211

Domenica sera  allo Stadio di San Siro andrà in scena il derby numero 211 della storia calcistica di Milano tra Milan e Inter. Questo derby prenatalizio è una partita diversa da tutte quelle giocate negli ultimi anni per molti aspetti.

Innanzitutto sarà il primo derby della presidenza Thohir in casa Inter. E' un fatto che ci riguarda, tutti noi. Dopo l'arrivo degli americani alla società di calcio As Roma ecco "l'indonesiano a Milano". Con la situazione di crisi generale che attanaglia la nostra penisola, varie aziende sono finite nelle mani di gente d'affari straniera invogliata ad ottenere un marchio prestigioso come lo è quello del made in Italy. Assolutamente nulla contro Eric Thohir, ma penso che ci sia un pò di dispiacere nei tifosi interisti, soprattutto quelli milanesi, a sapere che della propria squadra è rimasto ormai davvero poco di Milano.

E' il derby del Milan che dopo varie peripezie resta con Galliani come amministratore ma che è ormai verso il tramonto del periodo costituito anche da importanti vittorie e targato Galliani-Berlusconi. Inevitabilmente dovrà pensare a breve a costruire un nuovo progetto e chissà se anche nella sponda rossonera non arrivi qualche ricco acquirente estero.

E' il derby di Balotelli e dell'integrazione razziale riuscita a metà. Meno di una settimana fa i cori razzisti degli ultrà avversari contro Balotelli nella partita disputata fra Roma-Milan. Per questo la decisione di chiudere la curva della Roma per la prossima partita; ma non sarà l'unica curva chiusa. Difatti sarà chiusa anche la curva Nord dello stadio Meazza; quella dell'Inter. Decisione presa per i cori razzisti dei tifosi nerazzurri contro il Napoli e i napoletani. Decisione che più volte è stata presa dalla Figc quest'anno per cori razzisti è che è sempre stata atto di polemiche. La frase che più spesso si sente dire in queste occasioni è "abbiamo sempre fatto certi cori e non è mai successo niente". Chissà se prima o poi qualcuno dirà "sbagliavamo a farli". Certo è che resta una grande sconfitta per il calcio e per questo avvenimento che da sempre tiene i milanesi col fiato sospeso fino al fischio d'inizio alla Scala del calcio.

E' il derby di due squadre da metà classifica che finora hanno mostrato un calcio non all'altezza delle aspettative. Ma resta pur sempre il derby di una città che giosce e soffre con i propri beniamini e per quei 90 minuti gioca anch'essa e mette da parte tutti i problemi sperando di potersi abbracciare con la persona affianco al grido di "gol!".

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI