La pala di Santa Maria degli Angeli a Milano

La pala di Santa Maria degli Angeli a Milano

Presso il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano è esposto il...

Il pozzo di Sant’Antonino a Piacenza

Il pozzo di Sant’Antonino a Piacenza

Fino al 17 marzo, a Piacenza si potrà vistare un luogo dove la tradizione...

Louis Vuitton FW19 - Collection by Virgil Abloh

Louis Vuitton FW19 - Collection by Virgil Abloh

Ancora una volta, il protagonista indiscusso della Fashion Week è stato...

I tifosi milanisti riuniti: Leo e Maldini non si toccano

I tifosi milanisti riuniti: Leo e Maldini non si toccano

Succede spesso nelle vicende umane. Tanto che il saggio sentenzia: "Dagli...

Innolva SpA trasferisce 20 dipendenti: è scontro sindacale

Innolva SpA trasferisce 20 dipendenti: è scontro sindacale

Innolva SpA, la società di Tinexta Group che opera nel campo dei servizi di...

Addio Supercoppa e Higuain: Milan da ricostruire

Addio Supercoppa e Higuain: Milan da ricostruire

In una sera di gennaio il Milan si specchia senza Super coppa e senza...

Previmedical: è querelle con i dentisti

Previmedical: è querelle con i dentisti

Da diversi mesi Previmedical, l'azienda che gestisce l’assistenza...

Sciopero Mezzi pubblici Milano 21 gennaio 2019

Sciopero Mezzi pubblici Milano 21 gennaio 2019

NOTIZIE UTILI PER CHI DEVE VIAGGIARE LUNEDI 21 GENNAIO NEL NODO DELLA...

Il Carnevale, riti in terra lombarda

Il Carnevale, riti in terra lombarda

Terminate le festività legate al santo Natale e all'Epifania ecco che si...

Il Cavallo di Leonardo simbolo dell’Expo 2015

cavallo leonardo 3In vista dell’EXPO, ci sarà una nuova collocazione per il cavallo di bronzo?

Da quando, pochi giorni fa, l’ex assessore comunale alla Cultura, Salvatore Carrubba, ha suggerito di spostare, per l’imminente EXPO 2015, che avrà la sua sede proprio a Milano, il cavallo di bronzo, ideato dal pilota statunitense Charles Dent basandosi sui progetti originari di Leonardo Da Vinci, poi donato a Milano nel 1999 e attualmente collocato presso il parco cintato dell’Ippodromo, la Regione e il Comune stanno discutendo per vedere se sia possibile compiere questa operazione, da tempo proposta dal comitato guidato da Carlo Ornandini.

“Mi fa piacere che anche Salvatore Carruba, esponente di spicco della Milano intellettuale, faccia propria l’idea che avevo lanciato per la valorizzazione in chiave Expo della statua equestre di Leonardo da Vinci” dice Fabrizio Sala, sottosegretario all’Expo della Regione Lombardia “Credo che Expo meriti anche un simbolo che rappresenti bene Milano e quanto, nei secoli passati, è stato concepito e fatto. Il binomio Leonardo da Vinci - Milano oramai è un brand mondiale a partire dalla presenza del Cenacolo di Santa Maria delle Grazie”

cavallo leonardo 2Anche Sala ha la sua proposta a proposito dal cavallo, sempre per l’EXPO 2015:

«Se posso portare un mio personale contributo, il cavallo Leonardesco” ha concluso il  sottosegretario“dovrebbe trovare spazio proprio dentro il sito di Expo come simbolo meraviglioso della forza della vita e dell’arte davanti al padiglione del nostro Paese.”

Sono già stati espressi diversi pareri, spesso anche di illustri personalità milanesi, per una collocazione migliore del Cavallo in vista dell’EXPO.

“Il cavallo di Leonardo è una statua di bellezza e valore straordinario” ha detto il vicesindaco di Milano Ada Lucia De Cesaris.e io credo che Milano possa discutere sulla possibilità di trovargli sistemazione nel sito dell’Expo, per tutta la durata dell’esposizione del 2015”

E’  possibile trasportare per l’EXPO la scultura presso la stazione centrale oppure, come sostenuto da Philippe Daverio, altro ex assessore alla Cultura, vicino al monte Stella?

“Non penso che l’attuale collocazione all’ippodromo sia inadeguata” ha evidenziato la De Cesaris “e non dovrebbe essere pregiudicata dall’eventuale trasferimento al padiglione italiano all’Expo. Anche perché il Comune intende proseguire il proprio impegno con iniziative di riqualificazione e rilancio dell’intera area. È’ nostra intenzione riportare sulle piste di San Siro anche il trotto”.

La via è libera per trasportare la monumentale scultura, dal peso di circa 15 tonnellate, dal giardino dell’Ippodromo fino alla sede di Rho – Pero, a patto però che dopo l’EXPO ritorni nella sede originaria, come stabilito dagli accordi presi nel 1999 con gli americani.

Inoltre il vicesindaco ha sottolineato che “la giunta, insieme all’assessore Carmela Rozza si sta già occupando di una cura straordinaria degli arredi urbani, in vista dell’Expo 2015”.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.