• Home
  • MOSTRE
  • La meraviglia della Wunderkammern al Museo Poldi Pezzoli e alle Gallerie D'Italia

La meraviglia della Wunderkammern al Museo Poldi Pezzoli e alle Gallerie D'Italia

Un percorso nel meraviglioso, tra arte antica e contemporanea, che attraversa diverse situazioni e momenti non solo della storia dell'arte, ma anche del collezionismo, della scienza e della filosofia, all'interno di un arco storico che va dal Cinquecento fino ad arrivare ai giorni nostri. Vi sto parlando dell'esposizione che si snoda nelle sedi delle Gallerie D'Italia e del Museo Poldi Pezzoli intitolata: Wunderkammer. Arte, Natura, Meraviglia ieri e oggi.

teschio con corallo calci museo storia naturaleLa mostra, a cura di Lavinia Galli e Martina Mazzotta, illustra il fenomeno delle Wunderkammern, le cosiddette "stanze delle meraviglie", nate in epoca tardo rinascimentale. Queste erano raccolte in cui scienza, natura e arte si compenetrano, un fenomeno che si è ripresentato nella storia del collezionismo come della creatività artistica anche nell'arte del XX e del XXI secolo.

Nelle sale del Museo Poldi Pezzoli, il percorso vi permette di scoprire come dal Rinascimento all'Illuminismo il collezionismo riunito sotto il nome di Naturalia che comprendeva elementi del mondo vegetale, minerale e animale si integrasse con oggetti d'arte, nello specifico pezzi di oreficeria e arti decorative in generale, gli artificialia, o ancor di più a oggetti che provocavano stupore o di carattere esotico provenienti dal Nuovo Mondo.

Le quattro sezioni dell'Età d'oro della meraviglia, che vedono riunite per la prima volta le raccolte enciclopediche dei bolognesi Ulisse Aldrovandi e Ferdinando Cospi e del milanese Manfredo Settala, in modo da evidenziarne al tempo stesso i rapporti con il collezionismo dei Medici, si suddividono in una prima dedicata ai tre collezionisti e ai loro cataloghi; una seconda nella quale sono raccolti diversi oggetti provenienti dal mondo naturale che riuscivano a destare meraviglia per il loro non essere classificabili e la particolare forna, i naturalia appunto e quelle che erano considerate creature fantastiche come i coralli, l'unicorno e i pesci palla. Giungiamo alla terza sezione nella quale sono esposti oggetti atzechi, cinesi, giapponesi e islamici, ovvero tutti quegli oggetti compresi sotto il nome di Exotica provenienti dal Nuovo Mondo e dall'Estremo Oriente e alla quarta dedicata al collezionismo quello dei Scientifica, con strumenti scientifici come sfere armillari, orologi e automi. Nell'ultima sezione, la quinta, sono riuniti gli Artificialia: sono in mostra esempi di splendide oreficerie realizzate da artisti milanesi e tedeschi create assemblando materiali naturali quali l'avorio, l'ambra, le pietre dure o il cristallo di rocca.

mostra-wunderkammer-milano-museo-poldi-pezzoli-gallerie-ditaliaInoltre in questa sede è possibile osservare gli oggetti da Wunderkammer collezionati da Gian Giacomo Poldi Pezzoli posseduti dal Museo come orologi, stipi, bronzi e oreficerie e lo Studiolo Dantesco, una vera camera da principe rinascimentale. Oltre che alle opere e ai manufatti cinque-seicenteschi si accostano opere del Novecento e contemporanee con opere di artisti come Joseph Cornell, Vedova Mazzei e Claudio Parmiggiani.

Giungiamo alle Gallerie d'Italia - Piazza Scala, sede museale milanese di Intesa Sanpaolo, luogo in cui la presenza di opere d'arte contemporanea è preponderante. Due sezioni con opere che vi permetteranno di comprendere come in alcuni movimenti artistici, dalle avanguardie dadaiste e surrealiste, alle postavanguardie degli anni Sessanta-Ottanta sino all'arte più recente, si ripresenti e riproponga la presenza del meraviglioso, in opere che vedono l'accostamento di Naturalia o Artificialia o materiali eterogenei.

Nella prima sezione trovare tutte quelle opere pensate sul desiderio di contenere "entro quattro pareti" come una scatola o una stanza), il repertorio di un mondo e tra gli artisti in mostra si citano Marcel Duchamp, Alik Cavaliere e Emilio Isgrò. Nella seconda parte vengono proposti i rapporti tra arte e natura all'interno della contemporaneità, talvolta visto in alternativa alla dimensione scientifico-tecnologica. Le opere di artisti come Piero Manzoni, Studio Azzurro, Damien Hirst e Mario Merz mostrano una natura pericolosa ma al tempo stesso contenitore di meraviglia, vita e creatività.

Wunderkammer. Arte, Natura, Meraviglia ieri e oggi

Dal 15 novembre 2013 al 2 marzo 2014

Gallerie d'Italia e Museo Poldi Pezzoli
Piazza della Scala e Via Manzoni 12
Orari Museo: da mercoledì a lunedì 10.00 | 18.00
Orari Gallerie D'Italia: da martedì a domenica dalle ore 9.30 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 18.30). Giovedì dalle ore 9.30 alle ore 22.30 (ultimo ingresso ore 21.30).
Ingresso: Intero 9 euro, ridotto 6 euro. Bambini fino ai 10 anni gratuito.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.